ERP – Sinigaglia (PD): “Chiediamo l’immediato ritiro della nuova legge sugli alloggi popolari, la giustizia sociale deve essere garantita, le persone fragili vanno tutelate”

ERP – Sinigaglia (PD): “Chiediamo l’immediato ritiro della nuova legge sugli alloggi popolari, la giustizia sociale deve essere garantita, le persone fragili vanno tutelate”

(Arv) Venezia, 7 ago. 2019 – “Chiediamo l’immediato ritiro della nuova legge regionale che disciplina gli alloggi popolari, o comunque profonde modifiche al suo testo normativo, perché per noi è fondamentale continuare a garantire la giustizia sociale e la tutela delle persone fragili, dei nostri anziani che, dopo aver lavorato tutta una vita, hanno ora bisogno di assistenza”.

Queste le parole del consigliere regionale del Partito Democratico, Claudio Sinigaglia, che commenta così “la nuova legge regionale che disciplina le case pubbliche”.

“Dopo dieci anni di gestione Zaia degli alloggi popolari – denuncia l’esponente Dem – sta emergendo un quadro desolante; la nuova Legge ha messo in evidenza enormi carenze nella gestione da parte delle ATER, per lungo tempo commissariate e incapaci di scovare, non solo i ‘furbetti’, ma i ‘furboni’, persone che, pur disponendo di un patrimonio immobiliare, hanno usufruito delle case pubbliche. Come è stato possibile questo? Dove sono state le ATER in questo ultimo decennio?”.

“E adesso, con la nuova normativa – evidenzia il consigliere regionale – vi sono migliaia e migliaia di sfratti, pensionati, persone fragili che hanno bisogno di assistenza ma non ricevono le dovute tutele, in quanto non sono state valutate le conseguenze pratiche della nuova Legge; insomma, un disastro totale”.

“Non è possibile mettere in strada anziani – continua il consigliere – persone di ottanta anni e più che hanno avuto non il difetto, ma semplicemente il pregio di risparmiare tutta una vita, di ricevere il TFR, di garantirsi l’assistenza sanitaria. E’ giustizia sociale questa?”.

“Inoltre, altro aspetto negativo e preoccupante della gestione Zaia, è rappresentato dall’aumento significativo della spesa per garantirsi i servizi fondamentali di assistenza – sottolinea Sinigaglia – sono infatti aumentate molto le rette per le Case di Riposo e ora anche i canoni degli alloggi popolari hanno subito un deciso incremento, fino al 300 per 100”.

“Aumentare il costo dei servizi significa colpire le persone fragili e vulnerabili; questo per noi è intollerabile – conclude Claudio Sinigaglia – pertanto, chiediamo alla Regione di ritirare la normativa sugli alloggi popolari, ovvero la L.R. n. 39/2017 di riordino dell’edilizia residenziale pubblica, e di ripensare al suo regolamento applicativo”.

/1215

(Consiglio Veneto)

Please follow and like us
UA-82874526-1