Ultime

Nuovo Piano dell’Offerta Formativa: proposte a supporto della scuola

Da sinistra: Milan, Reginato, Santinon, Tolio, Celebron

Con il nuovo anno scolastico ritorna il Poft, il Piano dell’Offerta Formativa Territoriale attraverso il quale l’assessorato all’istruzione promuove l’educazione e l’istruzione di tutti i bambini e i ragazzi della città, offrendo a ciascuno pari opportunità formative, per una crescita equilibrata ed armoniosa e per il conseguimento delle competenze di cittadinanza previste dalla Comunità Europea.

Elaborato dall’assessorato all’istruzione, il Poft è infatti il frutto del dialogo tra Comune, associazioni, società ed enti, che in questo modo coordinano al meglio le risorse che offre il territorio, contribuendo a migliorare l’investimento sul sapere e sul diritto allo studio.

Il Poft è stato presentato oggi a Palazzo Trissino dall’assessore all’istruzione Cristina Tolio, dall’assessore allo sport Matteo Celebron, dal presidente di IPAB per i Minori di Vicenza, Gian Pietro Santinon, dal consigliere comunale Matteo Reginato e da Elena Milan, coordinatrice di Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari.

“Per la prima volta le proposte, tutte vagliate dagli uffici, sono rivolte anche alle scuole paritarie, oltre che alle statali e comunali, per dare la possibilità a tutti di usufruire delle 195 opportunità di approfondimento tematico che spaziano dallo sport alla cultura, dall’ambiente al benessere, dalle relazioni sociali ai linguaggi espressivi – ha spiegato l’assessore all’istruzione Cristina Tolio -. Il Poft è frutto della collaborazione di associazioni, enti e organismi che credono nella crescita dei ragazzi. Tra le tante proposte ricordo la collaborazione del servizio attività culturali e museali del Comune che propone, tra gli altri, un progetto educativo dedicato alla prima grande mostra che aprirà in dicembre in Basilica palladiana “Ritratto di donna: il sogno degli anni Venti. Lo sguardo di Ubaldo Oppi” e della Biblioteca civica Bertoliana”.

“Fondamentale per la formazione dei bambini è da sempre l’attività sportiva che quest’anno riproponiamo nel Poft con il progetto “Scuola ed educazione fisica” che lo scorso anno, anche grazie all’aiuto dei privati, ci ha permesso di donare alle scuole della città materiale per svolgere attività motoria – ha ricordato l’assessore allo sport Matteo Celebron -. A questo si aggiungono nuove iniziative tra cui “Il vero calcio” proposto da Lionello Manfredonia per aiutare giovani calciatori e calciatrici ad ottimizzare le proprie capacità tecniche ed umane. E poi “Go kart ability” coordinato dal campione di auto Stefano Fusilli che promuove l’integrazione, mettendo a disposizione go kart adatti per persone e bambini con disabilità. Infine “Romeo Menti e il calcio vicentino” promosso da Anna Belloni nel centenario della nascita di Romeo Menti, calciatore vicentino scomparso tragicamente nell’incidente di Superga”.

“Siamo da anni impegnati a contrastare, con i pochi mezzi a disposizione, quella variegata complessità di disagio che usiamo denominare “povertà educativa” – è infine intervenuto il presidente di IPAB per i Minori di Vicenza, Gian Pietro Santinon -. Nella cura e protezione del minore non siamo più, infatti, di fronte a situazioni di malnutrizione, malattie, abbandono, povertà materiale. O, se lo siamo, le percentuali sono infinitesime rispetto ad un passato che non dobbiamo rimpiangere. La povertà si è spostata oggi sul piano delle mancanze educative, relazionali, formative, di relazione sociale, di crescita del minore all’interno della propria comunità, città, Nazione. Difficoltà economiche, a volte certo, ma anche linguistiche, di adeguatezza della famiglia di fronte ad esigenze nuove. Ecco che come IPAB per i Minori mettiamo in campo progetti e proposte che mirano a colmare questa “nuova povertà”: offerte formative, culturali, relazionali, sportive, di gioco, di educazione in grado di offrire ai giovani cittadini di domani ogni opportunità di crescita, in un ambiente che sia qualcosa di diverso e di “oltre” rispetto ad uno schermo di smartphone”.

Il consigliere comunale Matteo Reginato promuove il progetto “L’orticello in cortile” per insegnare ai giovani primi rudimenti di botanica utilizzando una porzione di terreno all’interno della scuola.

Il consigliere Nicolò Naclerio sostiene, invece, il progetto “Il Vero calcio” per contribuire alla crescita dei giovani sempre più sedentari e demotivati.

 

Il Poft è una qualificata raccolta di proposte strutturata per aree tematiche, con l’obiettivo di valorizzare anche i nuovi linguaggi e le nuove forme espressive, attraverso i quali proporre contenuti, conoscenze e valori in un’ottica di integrazione e di pedagogia interculturale.

Il Poft ha inoltre la finalità di accrescere negli studenti la capacità di lavorare in gruppo, la realizzazione di manufatti ed il miglioramento dell’apprendimento, privilegiando una didattica di tipo laboratoriale.

Il Poft infatti, oramai da 13 anni, è un grande aiuto per gli insegnanti che possono così programmare nel modo migliore le attività scolastiche con un supporto concreto dal punto di vista formativo, un servizio istituzionale molto apprezzato dalla scuola, atteso con interesse dai docenti che lo conoscono da tempo, ai quali ogni anno se ne aggiungono di nuovi che aderiscono alle proposte in quanto in esse trovano risposta ai bisogni formativi dei loro alunni. Occorre sottolineare che la scuola non è solo un luogo dove conoscere ed apprendere, ma anche dove sviluppare le proprie attitudini e capacità.

Per l’anno scolastico 2019/2020 i progetti proposti alle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado vicentine (oltre 10.000 alunni) sono 195 suddivisi in sei aree tematiche: ecologia, ambiente, natura; relazioni sociali; salute e benessere; arte, storia e cultura del territorio; linguaggi espressivi; promozione della pratica sportiva.

I progetti confermano la grande attenzione e sensibilità da parte dei proponenti per andare incontro così alle necessità del mondo della scuola in un periodo in cui le risorse economiche scarseggiano. Per alcuni progetti è prevista una partecipazione finanziaria da parte delle scuole aderenti, stabilita dai singoli proponenti.

Tutte le proposte saranno consultabili a partire dal 2 settembre consultando la pagina Poft 2019/2020.

Semplice e immediata anche l’adesione ai singoli corsi che i docenti potranno effettuare da lunedì 16 settembre a venerdì 4 ottobre. Seguirà la convocazione a specifici incontri di presentazione.

 

Informazioni:

Piano offerta formativa territoriale

Servizio Istruzione, Sport, Partecipazione, Levà degli Angeli 11

orario di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 12

Tel. 0444222112

Email: interventieduc@comune.vicenza.it

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

(Comune di Vicenza)

UA-82874526-1