Sanità – Bartelle (Veneto 2020 – IIC): “Maltrattamenti e condizioni del personale: subito un’analisi di tutte le strutture polesane”

Sanità – Bartelle (Veneto 2020 – IIC): “Maltrattamenti e condizioni del personale: subito un’analisi di tutte le strutture polesane”

(Arv) Venezia 22 ago. 2019 –     “Il clamore suscitato in questi giorni dai gravissimi, ripetuti episodi di maltrattamenti all’IRAS di Rovigo segnala una carenza di formazione etico-professionale di alcuni operatori. Ed è anche un segnale di una difficoltà a svolgere la propria attività in strutture socio sanitarie dai ritmi di lavoro stressanti e con retribuzioni insufficienti. Emerge quindi una precisa responsabilità politica della Regione del Veneto che in questi anni, con la Lega al comando, non ha saputo affrontare le questioni che via via si presentavano e ha proposto soluzioni inadeguate, favorendo l’esplosione dei problemi”. Così la Consigliera regionale Patrizia Bartelle di Italia in Comune che aggiunge: “Utilizzando questa chiave di lettura e dato il costante ripetersi di casi analoghi o comunque riconducibili a difficili condizioni di lavoro degli operatori nelle strutture polesane, la questione deve essere approfondita”.

“In tema di condizioni di lavoro, ad esempio, ho più volte criticato l’operato dei vertici del CSA di Adria – ricorda Bartelle – e la mia richiesta di commissariamento della struttura attende una risposta dal 18 aprile scorso (Interrogazione a Risposta Immediata n. 753) perché non è accettabile che una vertenza sindacale possa protrarsi per anni. Sempre di questi giorni è la notizia secondo cui gli Istituti Polesani di Ficarolo, nei nuovi spazi in corso di realizzazione, dovrebbero ospitare una REMS. Si tratta di strutture che sostituiscono gli ospedali psichiatrici giudiziari e hanno funzioni educative e riabilitative dei detenuti. Secondo un rapporto rilasciato lo scorso maggio da Antigone, l’associazione per i diritti e le garanzie nel sistema penale, in realtà non ci sarebbe tutta questa necessità di realizzare nuove REMS ma ‘serve invece potenziare i servizi psichiatrici territoriali per garantire percorsi adeguati di presa in carico’”. Ricordo che anche gli Istituti Polesani, qualche anno fa, sono stati al centro di casi di maltrattamento dei pazienti”.

“Per questo motivo – conclude Bartelle – bisogna accendere subito un faro su tutte le strutture polesane per capire quali interventi sono stati effettuati e quali restino ancora da fare. A tal proposto questa mattina ho richiesto alla Regione di avere copia dei verbali delle ispezioni effettuate presso gli Istituti Polesani dal giugno 2014”.

/1244

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1