Sanità – Bartelle (Veneto 2020 – IIC): “World Mosquito Day: sembra una commemorazione da paesi del terzo mondo e invece i morti da zanzara li abbiamo anche noi”

Sanità – Bartelle (Veneto 2020 – IIC): “World Mosquito Day: sembra una commemorazione da paesi del terzo mondo e invece i morti da zanzara li abbiamo anche noi”

(Arv) Venezia 20 ago. 2019 –      “La zanzara è l’animale più pericoloso per l’uomo e provoca ogni anno oltre 700 mila decessi, con buona pace di serpenti, squali e altri animali ben più temuti”. Così la Consigliera regionale Patrizia Bartelle (Veneto 2020 – Italia in Comune) che aggiunge: “La stima è dell’OMS e sempre secondo l’OMS le malattie veicolate dalle zanzare sono decine. In cima alla lista c’è la temuta malaria, ma non vanno dimenticate la dengue e, venendo a noi, il virus del Nilo, ormai considerato endemico anche in Italia”.

“Sono estremamente sollevata – continua Bartelle – nel constatare che quest’anno, in Veneto, non ci sono stati casi di decesso per West Nile. Segno che la campagna di prevenzione posta in essere ha funzionato. Allo stesso tempo, tuttavia, la mente non può non tornare al 2018 quando in Polesine ci furono decine di decessi e il sollievo non può non trasformarsi in rabbia dato che, se la stessa campagna fosse stata attuata in modo efficace anche lo scorso anno, oggi non saremmo qui a commemorare i veneti vittime delle zanzare. L’emozione porterebbe a cercare un colpevole e a chiedersi se chi, nel 2018, aveva la responsabilità di prevenire quelle morti abbia fatto tutto il possibile per evitarle ma in questo giorno è giusto ricordare i defunti con rispetto. Tuttavia, se in futuro dovessero emergere delle responsabilità, in quanto polesana sarei la prima a farmi portavoce di chi ha subito un lutto che poteva essere evitato”.

/1238

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1