Scuola – Valdegamberi (Gm – TE): “Maestri senza laurea licenziati: la politica trovi una soluzione definitiva a questo assurdo dramma”

Scuola – Valdegamberi (Gm – TE): “Maestri senza laurea licenziati: la politica trovi una soluzione definitiva a questo assurdo dramma”

(Arv) Venezia, 29 ago. 2019 – “Mancano ormai pochi giorni alla riapertura delle scuole, e dobbiamo prepararci ad affrontare il dramma: dramma per le maestre che, con anni e anni di esperienza alle spalle, si troveranno senza lavoro; dramma  per i bambini che non potranno più contare sui loro insegnanti, punti di riferimento fondamentali. Una situazione che si sarebbe potuta evitare grazie al decreto approvato dal Consiglio dei ministri del 7 agosto, finito però nel limbo della crisi di governo. Si fa sempre più urgente ormai una situazione politica a questo problema”. Così Stefano Valdegamberi, consigliere regionale del Gruppo Misto – Tzimbae Earde, riporta l’attenzione sul licenziamento dei maestri privi di laurea che, dopo decine di anni di insegnamento, hanno perso il loro posto di lavoro per effetto di una sentenza del Consiglio di Stato perché privi della laurea in Scienze della Formazione.. “Il decreto avrebbe congelato la situazione fino al prossimo giugno – spiega ancora Valdegamberi -, concedendo quindi ulteriore tempo per trovare una soluzione definitiva. Invece l’attesa pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale non c’è stata, così i 500 maestri e maestre del Veneto che hanno ricevuto la lettera di licenziamento si trovano improvvisamente senza posto di lavoro. E invece, oltre all’enorme difficoltà alla quale sono stati condannati gli insegnanti, ci troviamo a dover far fronte anche alla fine della continuità didattica e alla grave carenza di maestri nelle scuole del nostro Veneto e di tutta Italia. Non possiamo aspettare più: deve essere trovata urgentemente una risoluzione definitiva a questa situazione assurda”.

/1272

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1