Via libera dalla Giunta all’Accordo per la realizzazione della piscina da 50 metri al Lido. De Martin: “Un’operazione che darà nuovo decoro a un’importante zona del Lido”

La Giunta comunale, riunitasi ieri a Ca’ Farsetti, ha dato il via libera alla delibera in merito all’area “La Fontaine” al Lido di Venezia. La delibera che ora verrà trasmessa alle commissioni competenti e al consiglio comunale per il voto conclusivo, recepisce la proposta di Accordo tra il Comune e la Alberoni Srl in variante al Piano degli Interventi, per la riqualificazione di un isolato nell’isola del Lido e contestualmente adotta la variante al Piano degli Interventi, ai sensi dell’art.6 della LR 11/04.

“Secondo quanto riportato in delibera – commenta la presidente della commissione urbanistica Lorenza Lavini – l’Accordo prevede la cessione da parte del Comune alla Società privata di una porzione di terreno per consentire la realizzazione di una piscina scoperta convenzionata ad uso pubblico di lunghezza 50 m. omologata per competizioni agonistiche di livello nazionale. Inoltre il Comune, nell’ottica di riqualificare interamente l’isolato cederà alla Società anche le fasce di terreno laterali rispetto all’area in esame che sono attualmente occupate da un fabbricato destinato alla bocciofila e da strutture destinate a sede di Pronto Intervento e a magazzino di materiale per la manutenzione delle strade. A fronte di questo la Alberoni Srl – continua Lavini, si impegnerà ad ampliare le aree ricreative con la realizzazione di un’ulteriore piscina, a riposizionare la bocciofila in altro contesto sportivo di sua proprietà occupandosi, nel contempo, di effettuare le opere di bonifica sul terreno già di proprietà comunale e di demolire le vecchie strutture del Pronto intervento una volta realizzata una nuova sede per tale servizio su area indicata dall’Amministrazione. Il beneficio pubblico derivante dall’attuazione dell’Accordo è pari a 1.634.944,73 euro articolato in un contributo straordinario di 347.937, nel valore di vendita dei terreni pari a 1.161.808 euro (da cui saranno detratti 600 mila euro di lavori, di cui 450 mila per la realizzazione del Pronto Intervento e 150 mila per le demolizioni e bonifiche sulle aree comunali oggetto di vendita) e di un contributo di costruzione pari a 125.199,73 euro”.

“Grazie a questo accordo – commentano congiuntamente gli assessori all’Urbanistica  Massimiliano De Martin e alla Gestione del Patrimonio Renato Boraso – riusciremo a dare compimento ad un ulteriore progetto che da anni non riesce a trovare il suo sbocco e soprattutto a realizzare a Venezia la prima piscina in grado di ospitare eventi su distanze olimpiche. La proposta riveste quindi un carattere di rilevante interesse pubblico, poiché prevede, grazie alla demolizione di strutture fatiscenti e la bonifica di terreni, non solo la riqualificazione urbanistica dell’intero ambito ma anche il potenziamento della dotazione di servizi pubblici attraverso la realizzazione di una nuova piscina, di una nuova sede comunale di Pronto Intervento stradale e di nuovi  campi da bocce. Un vero e proprio beneficio pubblico non solo dal punto di vista di decoro e servizi ma anche dal punto di vista economico, dato che con quanto il Comune ricaverà dall’intera operazione sarà possibile dare ulteriori risposte alle necessità dei cittadini. Ora speriamo che il Consiglio comunale approvi quanto prima questo accordo per fare in modo di arrivare nel più breve tempo possibile a consegnare ai lidensi e a quanti vorranno utilizzarle, nuove piscine e nuovi servizi”.

“Si realizza un impianto importante per il Lido – commentano congiuntamente il prosindaco del Lido Paolo Romor e l’assessore Michele Zuin – perché funzionale e coerente con la vocazione dell’isola che vuole rivendicare un proprio ruolo anche nel mondo dello sport e in particolare del nuoto, garantendo strutture idonee ad ospitare eventi di carattere internazionale. Decisamente importanti sono inoltre due aspetti che fanno parte dell’Accordo. Il primo riguarda  la possibilità per il Comune di poter usufruire per 15 giorni all’anno, in comodato gratuito, della struttura per realizzare iniziative sportive e turistiche volte alla promozione e allo sviluppo del Lido. La seconda invece è rivolta a tutti i cittadini del Comune di Venezia ai quali sarà concesso l’accesso continuativo alle piscine a prezzi agevolati. Un importante gesto di attenzione verso i nostri concittadini”.

(Comune di Venezia)

Please follow and like us