Viabilità – Bigon (PD): “Strada Grezzanella, con la firma del Premier Conte gli alibi sono finiti, ora tempi certi e celeri per la sua realizzazione”

Viabilità – Bigon (PD): “Strada Grezzanella, con la firma del Premier Conte gli alibi sono finiti, ora tempi certi e celeri per la sua realizzazione”

(Arv) Venezia, 7 ago. 2019 –   “I cittadini del Veronese non possono aspettare oltre per la realizzazione della Grezzanella, una variante attesa da 30 anni. Con la firma del Presidente del Consiglio Conte sul Decreto di riclassificazione delle strade, lo scorso 15 luglio, è stata trasferita la competenza ad Anas, gli alibi sono dunque finiti: servono tempi certi e celeri in ordine alla conclusione di quest’opera”.

Lo chiede la consigliera regionale del Partito Democratico, Anna Maria Bigon, che informa “ho presentato una Mozione che sollecita la Giunta regionale in tal senso”.

“Stiamo del resto parlando di una infrastruttura strategica per lo sviluppo del territorio veronese e utile per eliminare il traffico pesante da Villafranca, riducendo così in maniera drastica i livelli di inquinamento acustico ed atmosferico – aggiunge l’esponente Dem – chiediamo alla Giunta Zaia un vero e proprio cambio di marcia, visto che c’è la firma del Presidente del Consiglio”.

 “Già nel 2016 era stato accolto un Ordine del Giorno, prima firmataria la nostra Vice Capogruppo in Consiglio regionale, Orietta Salemi – ricorda la Vice Presidente della Quarta Commissione consiliare –  per l’inserimento della strada Grezzanella nell’elenco regionale delle priorità delle opere pubbliche, e successivamente, lo scorso mese di marzo, l’Assessore regionale De Berti ha ribadito la priorità di questo investimento. Da allora, però, è calato il silenzio, e una nostra Interrogazione, presentata ormai il 19 aprile us, rimane ancora senza risposta”.

“Risposte – sottolinea la consigliera PD – che però sono arrivate, indirettamente, con la firma di Conte sul Decreto di riclassificazione delle strade”.

“Auspichiamo che l’iter burocratico tra i competenti Ministeri sia finalmente terminato – conclude Anna Maria Bigon –  se è così, si proceda in maniera spedita, con l’immediato avvio delle procedure di appalto delle opere e un cronoprogramma certo; non possiamo accettare ulteriori rinvii a tempo indeterminato”.

/1217

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1