Cultura – Sinigaglia (PD): “Prosecco batte cultura 10-0. Solo briciole per le biblioteche, abbandonate dalla Giunta Zaia”

Cultura – Sinigaglia (PD): “Prosecco batte cultura 10-0. Solo briciole per le biblioteche, abbandonate dalla Giunta Zaia”

(Arv) Venezia, 20 set. 2019  –  “Forse ebbro di Prosecco, Zaia dimentica le biblioteche venete. Solo briciole per l’intera rete regionale, appena 71 mila euro; sono sbigottito, è una cifra imbarazzante che testimonia, anche in questo settore, il fallimento della Giunta Zaia”.

Questo il commento del consigliere regionale del Partito Democratico, Claudio Sinigaglia, “dopo aver letto i numeri relativi al contributo annuale per sostenere le biblioteche venete, elargito da Palazzo Balbi”.

“I soldi per le sagre degli amici si trovano sempre, la cultura viene invece umiliata con finanziamenti ridicoli – aggiunge l’esponente dei Democratici – Le biblioteche, con il servizio di prestiti ma anche con laboratori, incontri e iniziative di formazione, svolgono una funzione fondamentale, specialmente nei paesi più piccoli; sono un vero e proprio presidio del territorio. Un ruolo che non viene affatto riconosciuto”.

“Ancora una volta, inoltre, non posso fare a meno di notare come Padova sia il fanalino di coda, con 7.500 euro, 1.238 per le 15 biblioteche comunali che fanno capo a Piove di Sacco: praticamente l’acquisto di quattro libri – denuncia il consigliere regionale –  Non che vada meglio altrove, le risorse maggiori sono per Vicenza, circa 13.615 euro; poche, ma quasi il doppio di Padova”.

“L’Italia è già agli ultimi posti in Europa per libri letti e livello di comprensione dei testi – conclude Claudio Sinigaglia – Investire in cultura, quindi anche nelle biblioteche, è necessario per la crescita del Paese. Altrimenti, le maratone di letture, come ‘Veneto che legge’, servono a poco, si riducono a iniziative estemporanee, che non lasciano traccia, poco più che slogan, come gran parte dell’azione della Giunta Zaia”.

/1414

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1