Sanità – Guadagnini (SV): “Distribuzione dei fondi di posizione ai dirigenti medici ospedalieri dell’Azienda Ospedaliera di Padova: discriminazione rispetto ai dirigenti medici delle altre Ulss del Veneto”.

Sanità – Guadagnini (SV): “Distribuzione dei fondi di posizione ai dirigenti medici ospedalieri dell’Azienda Ospedaliera di Padova: discriminazione rispetto ai dirigenti medici delle altre Ulss del Veneto”.

(Arv) Venezia, 13 set. 2019 – “La recente riforma delle ULSS ha delineato nuovi confini delle ULSS, confermato le due aziende ospedaliere-universitarie e l’introduzione della nuova Azienda Zero che anche se denominata sanitaria, si occupa esclusivamente della sua parte amministrativa”. Lo ricorda in una recente Interpellanza il Consigliere regionale Antonio Guadagnini (Siamo Veneto) che aggiunge: “Da anni, nella distribuzione dei fondi di posizione ai Medici delle varie ULSS e aziende ospedaliere, si perpetua un meccanismo per il quale si verificano sensibili variazioni di questa voce stipendiale, che ha penalizzato soprattutto i medici dell’azienda ospedaliera di Padova. La recente riforma con la riduzione del numero delle ULSS e la modifica dei loro confini geografici, oltre alla determinazione di nuovi fondi per l’Azienda Zero, ha accentuato tale divario a scapito dei Dirigenti Medici e non Medici dell’Azienda Ospedaliera di Padova. Lo “stipendio di Posizione” è una voce importante dello stipendio perché è la voce che dà corpo alla carriera di un medico. È la voce stipendiale che valorizza la professionalità, l’esperienza e la stima che il Medico si è guadagnato dal punto di vista professionale”.

Il Consigliere, quindi, interpella la Giunta regionale “per sapere se e come intendono provvedere a compensare il divario esistente nello stipendio di posizione che si ripercuote anche ai fini pensionistici sui medici dell’Azienda Ospedaliera di Padova, per istituire un fondo economico straordinario, proprio per la straordinaria situazione venutasi a creare nel tempo, al fine di risarcire del presente e del pregresso il divario concernente lo stipendio di posizione dei Dirigenti Medici dell’Azienda ospedaliera di Padova, portandolo almeno agli stessi livelli dell’ULSS 9; che i fondi residui dell’Azienda Zero per un calcolo ipotizzato e non corrispondente alla realtà, pochi o molti che siano, ritornino alle varie Aziende Sanitarie da cui sono stati prelevati”. Il Consigliere Guadagnini inoltre chiede alla Giunta “di avere i dati completi dello stipendio di posizione di tutte le Aziende Sanitarie del Veneto e se sono convinti che la carenza di medici specialisti ospedalieri soprattutto in certi settori maggiormente “a rischio”, non sia causata dalla scarsa valorizzazione dei Medici dipendenti ospedalieri”.

/1365

(Consiglio Veneto)

Please follow and like us