Al via in Piazza Ferretto “Io non rischio”, la campagna sulle buone pratiche di Protezione civile

Ha preso il via in piazza Ferretto a Mestre la campagna sulle buone pratiche di Protezione civile “Io non rischio”, per sensibilizzare in maniera capillare i cittadini sui rischi del territorio e i comportamenti da mantenere in caso di eventi calamitosi. 

Dalle 8 di questa mattina è stato allestito il punto informativo sui rischi alluvione, terremoto e maremoto con i volontari del Gruppo comunale di Protezione civile del Comune di Venezia, a cui l’assessore comunale alla Sicurezza urbana Giorgio D’Este ha portato i ringraziamenti dell’Amministrazione comunale. Domani collaboreranno anche i Gruppi comunali dei Comuni di Mira e Spinea. 

L’edizione 2019 coinvolge oltre 5.000 volontari e volontarie in tutto il territorio nazionale, appartenenti a 750 realtà associative, tra sezioni locali delle organizzazioni nazionali di volontariato, gruppi comunali e associazioni locali di tutte le regioni d’Italia. I volontari, appositamente formati allo scopo, incontreranno la cittadinanza, fornendo utili indicazioni sui principali rischi del territorio e su semplici ed efficaci regole di autoprotezione da impiegare in caso di calamità. Si tratta infatti di una campagna di comunicazione nazionale che, attraverso la conoscenza del problema, la consapevolezza delle possibili conseguenze e l’adozione di alcuni semplici accorgimenti, consente di ridurre sensibilmente l’esposizione individuale a questi rischi.

La campagna “Io non rischio”, giunta alla nona edizione, apre inoltre la prima “Settimana nazionale della protezione civile”, sette giorni di eventi ed iniziative a livello nazionale e locale in cui i cittadini italiani potranno conoscere più da vicino il Servizio nazionale della Protezione civile. Sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it, è possibile consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto, un maremoto o un’alluvione.

(Comune di Venezia)

UA-82874526-1