Ambiente – Ruzzante, Bartelle, Guarda (Veneto 2020): ” Veneto sostenibile. Quella firma non si può fare, se ne discuta in Consiglio Regionale”

Ambiente – Ruzzante, Bartelle, Guarda (Veneto 2020): ” Veneto sostenibile. Quella firma non si può fare, se ne discuta in Consiglio Regionale”

(Arv) Venezia, 17 ott. 2019   –  “Apprendiamo dell’esistenza di un ‘Protocollo d’intesa per il Veneto sostenibile’, la cui sottoscrizione è prevista nei prossimi giorni  da parte della Regione, di altri soggetti istituzionali e del partenariato economico e sociale del Veneto. Benissimo, è fantastico scoprire che anche in Regione Veneto si può parlare di sostenibilità, ambientale, sociale ed economica, e non solo. C’è solo un piccolo problema: il Consiglio regionale, di questo protocollo, non sa assolutamente nulla”.

Lo affermano i consiglieri regionali del Coordinamento Veneto 2020, Piero Ruzzante (LeU), Patrizia Bartelle (IIC) e Cristina Guarda (CvP), che spiegano “in occasione della presentazione della Nota di Aggiornamento al Documento di Economia e Finanza Regionale, DEFR, i funzionari della Giunta Regionale hanno reso nota l’esistenza del Protocollo d’intesa per un Veneto sostenibile. Ma è il Consiglio regionale competente a fare la programmazione, non la Giunta, è del tutto inaccettabile che Zaia decida di sottoscrivere Protocolli di tale portata senza aver preventivamente coinvolto il Consiglio Regionale. Anche tra i banchi della Maggioranza c’è stato chi ha espresso qualche perplessità. La firma, inoltre, sarebbe prevista prima dell’approvazione del DEFR, un’altra assurdità”.

 “Vogliamo precisare che, da parte nostra, non vi è alcuna preclusione rispetto al merito del Protocollo, anzi ben venga la stipula di un patto per un Veneto Sostenibile dal punto di vista economico, sociale e ambientale, dopo anni di speculazioni e disastri dovuti al dio –profitto –  concludono Ruzzante, Bartelle e Guarda – ma riteniamo inaccettabile il metodo con cui è stata presentata l’iniziativa, e chiediamo che il Protocollo venga immediatamente messo in discussione all’interno dell’organo competente, ovvero in Consiglio Regionale e nelle Commissioni consiliari competenti in materia”.

/1655

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1