Dopo il successo del 2018 si rinnova e si potenzia il progetto “Venezia-LPU” | INFO SU COME PARTECIPARE

Conclusa l’esperienza del Progetto “Venezia-LPU 2018”, che si è contraddistinto per l’inserimento in lavori di pubblica utilità di 33 persone disoccupate, l’Assessorato alla Coesione sociale del Comune di Venezia rilancia questa positiva esperienza con un nuovo progetto che si concretizzerà nel biennio 2019-2020. Con il decreto 739 del 3 ottobre 2019 la Regione Veneto ha infatti approvato il progetto di Pubblica Utilità e Cittadinanza Attiva del Comune di Venezia, “Venezia-LPU 2019”,  finanziandolo con 215.385,98 euro, cui si aggiunge il cofinanziamento delle amministrazioni comunali coinvolte.

L’azione, che sarà realizzata dal Comune di Venezia come capofila di un partenariato che coinvolge anche le amministrazioni di Marcon e Quarto d’Altino, oltre che l’associazione Co.Ge.S. don Lorenzo Milani e il Consorzio sociale unitario Gaetano Zorzetto, partner di rete e operativi, consentirà di impiegare complessivamente 36 persone (28 residenti nel Comune di Venezia, 5 nel territorio di Marcon, 3 a Quarto d’Altino) oggi disoccupate e in carico ai servizi sociali.

“Insieme agli utenti dei nostri servizi sociali stiamo intraprendendo un importante percorso per promuovere l’occupabilità sociale, intesa come capacità delle persone di essere occupate o di saper cercare attivamente, di trovare e di mantenere un lavoro – dichiara l’assessore alla Coesione sociale, Simone Venturini – Tra le diverse misure di politica attiva promosse dalla Direzione Coesione Sociale e finanziate dalla Regione Veneto, i progetti ‘di pubblica utilità’ realizzati dalla nostra Amministrazione negli anni precedenti hanno sempre garantito una pluralità di vantaggi”.

E’ proprio l’assessore Venturini a elencare i principali:

  • i beneficiari finali, utenti dei servizi sociali, hanno avuto la possibilità di prestare servizio a favore della collettività diventandone parte attiva e ricevendo un compenso economico e un percorso formativo finalizzato all’incremento della occupabilità e della partecipazione al mercato del lavoro;
  • la comunità, attraverso il contributo di questi cittadini ha potuto beneficiare del miglioramento della qualità e della fruizione di servizi e degli spazi pubblici (aree verdi, biblioteche, parchi, archivio, uffici);
  • l’ Amministrazione comunale di Venezia, a fronte di un limitato investimento per la spesa di co-finanziamento dei diversi progetti, ha beneficiato di interventi finalizzati al miglioramento dei propri servizi e ha consentito ad alcuni utenti coinvolti nel progetto, precedentemente in carico ai servizi sociali, di individuare nuove opportunità lavorative e nuovi percorsi in autonomia, uscendo dalla precedente situazione di bisogno.

Il Progetto si propone di favorire l’occupabilità (ossia la capacità delle persone di essere occupate o di saper cercare attivamente, trovare e mantenere un lavoro) di persone considerate “vulnerabili” nel mercato del lavoro, finanziando interventi di interesse generale rivolti alla collettività, destinati a migliorare i servizi resi ai cittadini e il funzionamento della pubblica amministrazione. Questo scopo viene perseguito attraverso la realizzazione di un’esperienza di lavoro di pubblica utilità e da un insieme di servizi individuali di orientamento e di accompagnamento. I 36 lavoratori saranno assunti con un contratto a tempo determinato della durata di 6 mesi e avranno un impegno orario settimanale di massimo 20 ore in cooperative del Consorzio Zorzetto e svolgeranno altre 26 ore di attività di accompagnamento e orientamento lavorativo, oltre che di ricerca attiva di un impiego. Uno schema che in passato si è rivelato vincente: la partecipazione ai percorsi di politica attiva è risultata per alcuni lavoratori fondamentale, offrendo loro reali possibilità di reinserimento lavorativo.

Le attività di lavoro interessano “servizi di interesse generale e rivolti alla collettività”, di carattere straordinario e temporaneo. In particolare per il Comune di Venezia i lavoratori di pubblica utilità saranno coinvolti in attività come servizi ambientali, di pulizia e di sviluppo del verde o di supporto a servizi del Comune, con carattere di straordinarietà e temporaneità.

Iscrizioni e informazioni

Le persone interessate potranno candidarsi compilando online la domanda di partecipazione. L’avviso è disponibile a questo link. Le domande potranno essere inviate entro e non oltre lunedì 11 novembre 2019.

Venezia-LPU 2019

Su YouTube è disponibile anche il video di presentazione del precedente progetto Venezia-LPU 2018.

(Comune di Venezia)

UA-82874526-1