Lavoro – Ruzzante, Bartelle (Veneto 2020): “Sciopero regionale tecnici Spisal: Patto sicurezza sul lavoro, la Giunta Zaia è inadempiente”

Lavoro – Ruzzante, Bartelle (Veneto 2020): “Sciopero regionale tecnici Spisal: Patto sicurezza sul lavoro, la Giunta Zaia è inadempiente”

(Arv) Venezia 25 ott. 2019 –      “Solidarietà ai tecnici della prevenzione Spisal delle Aziende sanitarie del Veneto, oggi in sciopero: è un’adesione convinta e appassionata” quella espressa dai Consiglieri regionali del coordinamento Veneto 2020 Piero Ruzzante (Liberi e Uguali) e Patrizia Bartelle (Italia in Comune) che in una nota si dichiarano “Vicini al personale dei servizi di prevenzione igiene e sicurezza negli ambienti di lavoro che nella giornata di oggi hanno allestito un presidio davanti a Palazzo Balbi. Le ragioni dello sciopero unitario, dichiarate dai tecnici nel loro volantino, sono un vero e proprio atto d’accusa alla Giunta Zaia: non sta rispondendo in maniera adeguata all’aumento costante degli infortuni in Veneto e non ha fatto fronte alla carenza di organico, né alla valorizzazione del personale che è stata sospesa con un grave danno economico”.

“Le 30 assunzioni promesse per il 2018 – puntualizzano Ruzzante e Bartelle – non si sono ancora viste e i nuovi assunti non bastano a coprire i pensionamenti. Il Patto per la sicurezza sul lavoro, siglato da Zaia con le organizzazioni sindacali e le associazioni datoriali, prevedeva ben altro. La Giunta Zaia è inadempiente e conferma di aver trascurato, in tutti questi anni, la gravissima emergenza costituita dall’aumento degli infortuni sul lavoro. Ricordiamo che l’anno scorso il Veneto è risultato ‘maglia nera’ per infortuni mortali, quasi 1 ogni 5 giorni. Ogni giorno, nei luoghi di lavoro della nostra regione si registrano 209 infortuni: nessuno di questi è una fatalità, si tratta di episodi che si possono prevenire. Basta che ciascuno faccia la propria parte, a partire dalla Regione”.

/1723

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1