Pfas – Guarda (CpV) e Zanoni (PD): “Bonifiche Miteni. Zaia fa lo scaricabarile?”

Pfas – Guarda (CpV) e Zanoni (PD): “Bonifiche Miteni. Zaia fa lo scaricabarile?”

(Arv) Venezia, 17 ott. 2019   –  “Ci chiediamo perché solo oggi il Presidente Zaia intervenga sulla questione delle bonifiche del sito della Miteni, scaricando di fatto ancora la responsabilità sul Governo nazionale. Perché soprattutto il Governatore non ha avanzato gli stessi rilievi di natura legislativa al precedente esecutivo gialloverde, che era in carica non più tardi di un mese e mezzo fa?”

Questa la posizione dei consiglieri regionali Cristina Guarda (CpV) e Andrea Zanoni (PD), commentando “la richiesta di Zaia, messa sul tavolo del Premier Conte, di nominare un Commissario Straordinario con poteri di agire con tempestività ed adeguati finanziamenti statali”.

“La richiesta di Zaia viene a due anni e mezzo di distanza da quell’accordo, sottoscritto con Provincia di Vicenza e Comune di Trissino, per la gestione della caratterizzazione e delle bonifiche – puntualizzano i consiglieri regionali –  Ci faccia capire, Zaia: per caso, da allora ad oggi, sono cambiate le sue funzioni?”.

“Bene la disponibilità del Presidente Zaia di stanziare risorse per la bonifica di Miteni, dopo averle negate negli scorsi bilanci – concludono Cristina Guarda e Andrea Zanoni –  Ma questa mossa non può diventare l’alibi per sganciare sul Governo ogni responsabilità relativa alla questione della ‘Bonifica Subito’, che i cittadini e i Comitati, a partire dalle ‘Mamme NO Pfas’, chiedono da tempo e chiederanno a gran voce anche domenica prossima, 20 ottobre, con una manifestazione che si terrà di fronte alle sedi di Giunta e Consiglio regionale”.

/1657

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1