Politica – Sinigaglia (PD): “A fianco di sindacati, lavoratori e pazienti: la mancata riforma delle Ipab è un fallimento della Giunta Zaia. Le sue non scelte sono un favore al privato commerciale”

Politica – Sinigaglia (PD): “A fianco di sindacati, lavoratori e pazienti: la mancata riforma delle Ipab è un fallimento della Giunta Zaia. Le sue non scelte sono un favore al privato commerciale”

(Arv) Venezia, 22 ott. 2019 –  “Un altro fallimento della Giunta Zaia, una mancata riforma che è ormai maggiorenne, le cui conseguenze ricadono in maniera drammatica su migliaia di famiglie e lavoratori. Per questo sosteniamo con assoluta convinzione la protesta odierna dei sindacati”. A dirlo è Claudio Sinigaglia, consigliere del Partito Democratico commentando il presidio di Cgil, Cisl e Uil davanti a Palazzo Balbi.  “C’è una legge dello Stato disattesa da quasi venti anni, la 328 del 2000 che impone la trasformazione delle Ipab in Aziende pubbliche di servizio alla persona. L’efficientissimo Veneto è l’unica Regione, insieme alla Sicilia, a essere inadempiente. Eppure per portare a casa la riforma non c’è bisogno di alcuna autonomia da Roma, è solo questione di volontà politica. I centri Servizi per anziani hanno circa 32mila posti accreditati – ricorda Sinigaglia – ma  settemila sono privi di impegnativa e quindi senza copertura sanitaria. Ciò costringe gli anziani, o i loro familiari, a pagare per intero le rette delle case di riposo, fino a tremila euro al mese. E così un diritto si sta trasformando in privilegio. Senza contare le condizioni dei lavoratori, sempre più precarie. È una vergogna che chiama direttamente in causa il presidente Zaia: è passata un’altra legislatura e, al di là degli annunci, la riforma non si farà neanche questa volta. Una ‘non scelta’ voluta, che ha spalancato le porte al privato commerciale, ben 35 strutture solo negli ultimi due anni”.

/1688

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1