Sanità – Berti e Brusco (M5S): “Con Coalizione Civica e le altre liste, contro il massacro della sanità di prossimità”

Sanità – Berti e Brusco (M5S): “Con Coalizione Civica e le altre liste, contro il massacro della sanità di prossimità”

 (Arv) Venezia, 30 ott. 2019  –  “Giù le mani dalla sanità pubblica! È questo lo slogan con il quale il Movimento 5 Stelle Veneto aderisce all’iniziativa di Coalizione Civica e altre liste in difesa della sanità territoriale, sempre più ridotta in favore di privatizzazioni, ‘convenzioni’ con il privato e concentrazione nei poli sanitari dei grandi centri”. Ad annunciarlo, tramite una nota, i Consiglieri regionali Jacopo Berti e Manuel Brusco (Movimento 5 Stelle) che aggiungono: “La sanità rappresenta l’80% del bilancio regionale, ma tra project financing e convenzioni, fette sempre più consistenti di questo bilancio vengono sottratte all’assistenza territoriale in favore di operazioni che producono forse un bilancio da esibire nella classifiche dell’eccellenza, ma non rispondono ai bisogni dei cittadini. L’assistenza territoriale è la prima, la più vicina ai cittadini, la più sentita delle funzioni della Sanità Pubblica, e in Veneto purtroppo assistiamo a una sua costante demolizione”.

“Un esempio clamoroso di come si portino a morire interi ospedali – sottolineano i Consiglieri pentastellati – è rappresentato dal Santorso. Al Pronto Soccorso mancano 14 medici su 22. In Rianimazione 12 su 29, in Radiologia 5 su 17. In Medicina Generale, ne mancano 8 su 24. E ancora, 7 in Ortopedia su 12. I cittadini, con tutti i disagi immaginabili, devono rivolgersi ad altre strutture del Vicentino, con il risultato che tra non molto sarà fin troppo facile per la Regione, dire che quest’ospedale non è necessario. Ora basta, tutto questo deve finire, serve una decisa inversione di tendenza a favore del Servizio Pubblico. Per questo, come M5S Veneto condividiamo e supportiamo con forza questa iniziativa che è partita da alcune liste civiche, sia come Consiglieri Regionali che con i Consiglieri Comunali ed i vari gruppi di attivisti dell’Alto Vicentino”.

/1753

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1