TAV – Brusco (M5S): “Nessuno si vuole accollare i costi per il tunnel di Lonato: rivedere il progetto finché si è in tempo”.

TAV – Brusco (M5S): “Nessuno si vuole accollare i costi per il tunnel di Lonato: rivedere il progetto finché si è in tempo”.

(Arv) Venezia, 22 ott. 2019 – “Sembra una barzelletta, ma invece è una realtà annunciata da tempo, la gara andata deserta per la realizzazione del tunnel di Lonato per la TAV Brescia-Verona. Una cosiddetta ‘grande opera’ sbandierata come eccezionale occasione di modernità, con costi talmente alti da essere insostenibili”. Sono le affermazioni del Consigliere regionale Manuel Brusco (Movimento 5 Stelle) che sulla questione aggiunge: “Di questo passo, altro che alta velocità, sarà l’opera dei record di lentezza. Noi del Movimento 5 Stelle chiediamo da tempo di rivedere il progetto e di ridisegnare un’infrastruttura che se serve, deve però essere sostenibile sia dal punto di vista economico che dal punto di vista del rispetto ambientale. Siamo tutti favorevoli all’ammodernamento della rete ferroviaria esistente ma non può costare quasi 10 volte quanto costerebbe nel resto d’Europa, e soprattutto non può ignorare tutte le criticità ambientali presenti sul territorio che attraversa: decine di discariche, falde inquinate, zone sensibili dal punto di vista ambientale e naturalistico, come il santuario del Frassino nel comune di Peschiera del Garda che verrebbe stravolto”.

“Come M5S Veneto – conclude Brusco – insisteremo ancora nel chiedere un nuovo incontro al Ministero dei Trasporti. Non siamo mai stati il “partito del no”, ma vogliamo essere la forza politica del “come”: sì all’innovazione ma con opere che rispettino l’ambiente, le tasche dei cittadini e che non costringano a continui fermi dei lavori perché nessuna società si vuole compromettere in un’opera proibitiva”.

/1692

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1