Acqua alta: eccezionale il numero di forze dispiegate dalla Protezione civile comunale. Impegnati volontari anche dal territorio metropolitano e dalle province di Padova, Treviso e Rovigo

Eccezionale il numero di forze dispiegate sul campo dal Sistema di Protezione civile che, in vista della nuova punta massima di 160 centimetri prevista per le ore 13, vede l’impiego di almeno 280 volontari appartenenti ai Gruppi comunali e alle associazioni di Protezione civile della Città di Venezia, nonché della Città metropolitana e delle province di Padova, Treviso e Rovigo.

I loro interventi saranno coordinati tramite la Centrale radio dalla sede di via Lussingrande, gestita da volontari del Comune di Venezia. Quest’ultima raccoglie indicazioni e segnalazioni che giungono dal Centro operativo comunale, istituito nella sede della Polizia locale di Palazzo Poerio.

“I volontari saranno presenti capillarmente in tutto il territorio già prima del picco di marea per gestire e raccogliere le varie necessità e, in seguito, per prestare soccorso alla popolazione – dichiarano dalla Protezione civile – Le squadre presteranno servizio a Burano, Murano, Torcello, Sant’Erasmo, Pellestrina, Lido, Giudecca, oltre che naturalmente in centro storico”.

Con l’evolversi della situazione saranno forniti ulteriori aggiornamenti sugli interventi prestati nel corso dell’emergenza.

(Comune di Venezia)

UA-82874526-1