“Non c’è differenza”

Da domenica 24 novembre a martedì 3 dicembre si svolge il festival “Non c’è differenza” in diversi luoghi della città.

Ideato e con la direzione artistica di Isabella Caserta, il festival pone il focus sull’altro da sé per una cultura del rispetto e dell’inclusione, nel tentativo di abbattere ogni tipo di barriera fisica e mentale.

Tutti i luoghi dove si svolgono gli appuntamenti sono accessibili alle persone con disabilità. Ingresso libero a tutti gli eventi. Gli spettacoli teatrali e le proiezioni cinematografiche hanno il biglietto simbolico di 1 solo euro per essere accessibili anche nel prezzo.

Il programma completo del Festival:

  • domenica 24 novembre
    Teatro Laboratorio
    • ore 16.00 proiezione film di animazione per bambini Antbully. Una vita da formica (prodotto da Tom Hanks). Lucas, un bambino preso di mira da alcuni ragazzi più grandi, sfoga la sua rabbia su un formicaio, ma si ritroverà magicamente trasportato nel mondo delle formiche, imparando così il valore del rispetto
    • ore 18.00 Credevo di non farcela.40 storie di persone che non si sono arrese. Presentazione del libro di Danilo Castellarin. In collaborazione con GALM. A seguire momento conviviale
     
  • lunedì 25 novembre
    MusALab Franca Rame Dario Fo
    • ore 11.30 Incontro di sensibilizzazione per le scuole in occasione della giornata mondiale della violenza sulle donne. Con il Telefono Rosa
    Teatro Laboratorio
    • ore 21.00 Marianna Ucria. Proiezione film tratto dal romanzo di Dacia Maraini in occasione della giornata mondiale della violenza sulle donne. Sottotitolato per persone non udenti
     
  • martedì 26 novembre
    Teatro Laboratorio
    • ore 10.00 Workshop intensivo scultura al buio a cura di Felice Tagliaferri per le scuole e, a seguire, per Accademia Belle Arti
    • ore 18.00 Le persone nane nella storia e nell’arte. Conferenza a cura di Francesca Moscardo
    • ore 21.00 Femmes. Spettacolo di Silvia Bragonzi con Lucia Vasini che dà voce e vita a grandi protagoniste del passato, donne che hanno combattuto contro l’ingiustizia e i pregiudizi
     
  • mercoledì 27 novembre
    Teatro Laboratorio
    • ore 21.00 La cella zero – morte e rinascita di un uomo in gabbia. Spettacolo di Antonio Mocciola e Pietro Ioia. Viaggio nell’incubo di un ragazzo napoletano che invecchia in carcere e ne esce dopo 22 anni trovando la forza di raccontare le vessazioni e le ingiustizie subite
     
  • giovedì 28 novembre
    Sala Arazzi di Palazzo Barbieri
    • ore 18.00 Stop alle barriere architettoniche. Incontro a cura dell’Assessore Ilaria Segala. A seguire momento conviviale
    Teatro Laboratorio
    • ore 21.00 Il Vangelo secondo Alda Merini di Marco Campedelli. In collaborazione con Casa delle Arti – Spazio Alda Merini – Casa delle Artiste
     
  • venerdì 29 novembre
    Teatro Laboratorio
    • ore 21.00 La verità in valigia spettacolo di e con Francesca Gallo, fisarmonicista e cantante. Recupero della memoria storica dell’emigrazione italiana del secondo dopoguerra
     
  • sabato 30 novembre
    Teatro Laboratorio
    • ore 21.00 La classe. Un docupuppets per marionette e uomini di Fabiana Iacozzilli/CrAnPi. Spettacolo rivelazione, vincitore In-Box 2019. Facendo riferimento a La Classe Morta di Kantor e a I cannibali di Tabori, ma soprattutto ai ricordi personali della propria infanzia, l’autrice indaga il rapporto tra la nostra infanzia e il nostro diventare adulti
     
  • domenica 1° dicembre
    Teatro Laboratorio
    • ore 14.00/16.00 Laboratorio per e con bambini con Eliana Cantone
    • ore 16.30 Le favole del Panchatantra di Giordano Amato. Mutamento Z.C. Spettacolo per bambini
     
  • lunedì 2 dicembre
    Teatro Laboratorio
    • ore 18.30 Fiore di Kemp di Michela Pezzani. Reading (voce Alberto Novarin) con traduzione simultanea in LIS (Alessandra Marigonda) ed Eugenia Soregaroli (flauto).
    Daniela Maccari, erede artistica di Lindsay Kemp, danza “The flower”. A seguire momento conviviale e proiezione film Quasi amici. Racconta l’amicizia tra un uomo tetraplegico a causa di un incidente con il parapendio e il suo irriverente badante senegalese (Premio César e David di Donatello). Sottotitolato per persone non udenti
     
  • martedì 3 dicembre
    Teatro Laboratorio
    • ore 11.00 Il piccolo principe dal romanzo di Antoine de Saint-Exupery. Regia Stefania Pepe e Simona Nolli. Musical con attori/bambini. Bambini in braille. Bambini che recitano per i bambini per abbattere la barriera della differenza e della diffidenza (spettacolo riservato alle scuole).
    • ore 21.00 proiezione Solo no di Lucilla Mininno con Anna Teresa Rossini e con la partecipazione di Mariano Rigillo presenti in sala. Thriller psicologico che parla di follia, amore, ostinazione e necessità.

Informazioni e contatti

Per maggiori informazioni consulta il sito ufficiale o la pagina Facebook

Dove

  • Teatro Laboratorio, Arsenale, Verona
  • MusALab Fo/Rame, Via Santa Teresa, 12, 37135 Verona
  • Palazzo Barbieri – Piazza Bra – Verona

Quando

Da domenica 24 novembre a martedì 3 dicembre 2019

Organizzato da

Teatro Scientifico, Teatro Laboratorio di Verona e Non c’è differenza Festival con il patrocinio del Comune di Verona

(Comune di Verona)

UA-82874526-1