Peep, in crescita le richieste di svincolo dal diritto di superficie

Peep e piani particolareggiati: chi ha un appartamento, uno spazio commerciale o un ufficio concesso in diritto di superficie dal Comune può acquisirne la piena proprietà attraverso una procedura che può essere svolta anche online.

Nell’illustrare l’opportunità, l’assessore con delega al patrimonio Silvia Maino ha fatto il punto su quanti cittadini hanno optato negli ultimi anni per questa scelta, che consente di eliminare il vincolo dall’immobile.

Il tema riguarda immobili realizzati su aree che fin dagli anni 70 potevano per legge essere assegnate dai Comuni ai privati in diritto di superficie per un periodo lungo fino a 99 anni. Allo scadere di tale durata, non solo l’area ma anche l’immobile dovrebbe ritornare di proprietà comunale, ma nel tempo sono stati via via attivati meccanismi di cessione del diritto di proprietà in cambio del pagamento di un corrispettivo fissato da ogni Comune.

Complessivamente, per Vicenza si tratta di circa 2600 immobili, di cui 800 già riscattati e 1800 ancora riscattabili.

Tra il 2000 al 2013 le proprietà dismesse sono state 780 su 1500, per un introito per le casse comunali di 5,9 milioni di euro.

Nel 2015, in seguito all’introduzione di nuovi criteri, è stata avviata una nuova fase di attuazione che, nel solo triennio 2017 – settembre 2019, ha prodotto 102 accettazioni per svincolare altrettanti immobili, con un introito per il Comune di 620 mila di euro.

“Per incentivare questa opportunità rivolta ai molti vicentini che ancora possono riscattare l’immobile – ha dichiarato l’assessore Silvia Maino – a marzo di quest’anno il consiglio comunale ha introdotto ulteriori modifiche ai criteri per quanto riguarda la determinazione del corrispettivo da versare al Comune. Sono stati calmierati gli importi di valore elevato, ovvero superiori ai 20 mila euro, ed è stata introdotta la rateizzazione per importi maggiori di 15 mila euro. La misura è stata accolta con favore da diversi proprietari che, avendone titolo, hanno così richiesto l’eliminazione del vincolo, tanto che il trend delle pratiche evase risulta in netta crescita, con 32 domande evase per un importo di 197 mila euro e la previsione entro l’anno di chiudere un’altra decina di pratiche per circa 70 mila euro”.

Accanto all’attività relativa all’eliminazione del vincolo, il Comune si è occupato anche della determinazione del valore del prezzo massimo di cessione o di locazione delle unità immobiliari soggette a vincolo, licenziando nell’ultimo triennio 125 richieste.

Per conoscere il corrispettivo per la trasformazione del diritto di superficie in piena proprietà è possibile collegarsi al sito

www.comune.vicenza.it/uffici/dipecofin/patrimonio/areepeep.php

dove è possibile inviare anche formalmente la pratica, anziché rivolgersi di persona al servizio Patrimonio – abitativi.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

(Comune di Vicenza)

UA-82874526-1