Previsioni di possibili maree eccezionali: il 12 e 13 novembre attività didattica sospesa per nidi e scuole dell’infanzia di Venezia e delle isole. Nessuno stop al Lido, Pellestrina e in terraferma

Questo pomeriggio si è tenuta in Prefettura a Venezia una riunione finalizzata a fare il punto della situazione in merito alle previsioni di possibili picchi di marea eccezionali nel corso dei prossimi giorni. Al termine dell’incontro, sentito anche l’Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto e l’Ufficio scolastico provinciale, è stato deciso di sospendere per martedì 12 e mercoledì 13 novembre l’attività scolastica di asili e scuole dell’infanzia situati in centro storico e nelle isole di Murano, Burano, Giudecca e Sacca Fisola.

La decisione è stata recepita in un’ordinanza sindacale firmata dal primo cittadino Luigi Brugnaro: nessuno stop all’attività didattica, che si svolgerà quindi regolarmente, nei nidi e nelle scuole dell’infanzia del Lido, di Pellestrina e della terraferma.

Leggi il testo dell’ordinanza.

Secondo i dati forniti dal Comune di Venezia, per domani martedì 12 novembre è previsto, alle ore 10 circa, un picco di marea di 140 centimetri, in relazione al quale il 60% della città potrà essere interessato dal fenomeno. Un altro picco di marea è atteso alle ore 23, con una previsione che da 145 centimetri potrebbe arrivare fino a 155. Mercoledì 13 novembre la marea potrebbe attestarsi nuovamente a 145 centimetri alle ore 10.30.

Si rammenta che le passerelle allestite dal Comune di Venezia non garantiscono la transitabilità in caso di marea superiore ai 120 centimetri e, pertanto, si raccomanda alla popolazione di uscire nelle fasce orarie sopraindicate solo in caso di estrema necessità. Analogamente, alcuni pontili di attracco dei vaporetti potrebbero essere impraticabili in coincidenza con il picco di marea.

La società Actv potrebbe sospendere il servizio pubblico di trasporto durante la giornata di domani e di dopodomani. Si raccomanda, inoltre, ai conducenti dei natanti di tenere una velocità moderata e adeguata alla circostanza.

Si ricorda che, in caso di acqua superiore a 120 centimetri, risultano utilizzabili solo Canal Grande, Canale di Cannaregio, Rio Novo e, per i soli mezzi di soccorso ed emergenza, anche il Canale delle Galeazze.

Sono stati allertati i servizi di pubblica utilità (Actv, Veritas, Italgas ed Enel Energia), che hanno assicurato la disponibilità di squadre di pronto intervento. Ulteriori natanti saranno messi a disposizione per il collegamento con le isole di Burano e Pellestrina per interventi di soccorso urgente.

Per le chiamate di emergenza si invita la cittadinanza a utilizzare il numero 115.

(Comune di Venezia)

UA-82874526-1