Sicurezza – Pigozzo, Sinigaglia e Zottis (PD): “Le mani dei Casalesi anche sugli appalti degli ospedali? Sarebbe gravissimo, deve essere fatta la massima chiarezza”

Sicurezza – Pigozzo, Sinigaglia e Zottis (PD): “Le mani dei Casalesi anche sugli appalti degli ospedali? Sarebbe gravissimo, deve essere fatta la massima chiarezza”

(Arv) Venezia, 19 nov. 2019 – “Appalti negli ospedali ‘aggiustati’ per favorire ditte vicine al boss della camorra Donadio? Quanto emerso dalle carte sull’inchiesta dei Casalesi a Eraclea è inquietante. Si tratta un fatto gravissimo su cui va fatta massima chiarezza: abbiamo posto subito la domanda all’assessore Lanzarin oggi in Quinta commissione e ci riserviamo di presentare un’interrogazione puntuale per capire quali misure precauzionali sono state adottate dalla Giunta”. A dirlo sono i Consiglieri regionali del Partito Democratico Bruno Pigozzo, Claudio Sinigaglia e Francesca Zottis commentando in una nota “le notizie apparse sulla stampa, in particolare un’intercettazione in cui un imprenditore dava rassicurazioni al boss sulla presenza di un dirigente e di un ufficiale giudiziario compiacenti. La vicenda riguarderebbe alcuni bandi degli ospedali di Padova e Verona e non sarebbe neanche la prima volta, se è vero che lo stesso Donadio raccomandava prudenza poiché già in passato era finito nei guai per alcuni lavori di manutenzione all’interno del nosocomio euganeo. L’assessore Lanzarin ha detto di aver attivato l’avvocatura di Giunta e la struttura Sanità per le opportune verifiche, appena appreso della notizia: aspettiamo che venga nuovamente in Commissione per riferire l’esito”.

/1942

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1