Svt, lavori di riqualificazione e ammodernamento della stazione di viale Milano

I lavori di riqualificazione e ammodernamento della stazione di viale Milano realizzati nell’arco dell’ultimo anno declinano la volontà di Società Vicentina Trasporti di migliorare ulteriormente i servizi all’utenza.

Sotto il profilo economico, l’azienda – in una congiuntura non semplice sia per gli enti pubblici sia per gli enti privati – ha ritenuto indispensabile investire risorse in un’area strategica, punto nevralgico non solo di passaggio dell’utenza ma di erogazione di servizi alla stessa.

Gli investimenti posti in essere traducono le buone pratiche che Società Vicentina Trasporti si è posta come obiettivi primari. Queste abbracciano l’ambito di sostenibilità ambientale, la sicurezza, l’attenzione alle necessità di tutta l’utenza.

Nel dettaglio: è stata sostituita la vecchia e inquinante caldaia a gasolio nella stazione e sono stati rifatti gli impianti di climatizzazione (121 mila euro) e di riscaldamento a pannelli radianti in sala d’attesa (25 mila euro). Sono poi stati completamente ristrutturati i bagni della stazione destinati all’utilizzo del pubblico (71 mila euro). Sono stati istallati tornelli a pagamento per l’accesso ai bagni ed altri tornelli per accesso alla sala d’attesa (costo complessivo 42 mila euro).

Per consentire l’accesso alla sala d’attesa esclusivamente agli utenti in possesso di un valido titolo di viaggio sulle linee Società Vicentina Trasporti in corrispondenza dei tornelli sono state istallate le obliteratrici (costo complessivo 13 mila euro).

“Come presidente della Provincia e sindaco di Vicenza, enti proprietari di Svt, ho fortemente voluto questo progetto di riqualificazione in un luogo di transito molto frequentato dai vicentini del capoluogo e della provincia, luogo che deve essere degno di una società civile come la nostra – ha dichiarato Francesco Rucco, presidente della Provincia e sindaco di Vicenza -. Proprio per dare un aspetto decoroso alla stazione delle corriere, abbiamo provveduto alla riqualificazione dei bagni, all’installazione dei tornelli per dare ordine agli accessi e per evitare che entrino malintenzionati, e all’implementazione della video sorveglianza, che ha già dato i primi risultati verso una maggiore sicurezza di tutti gli ambienti. È per questo che esprimo grande soddisfazione e ringrazio quanti hanno lavorato a questo importante progetto di riqualificazione”.

“Il nostro servizio alla comunità non si esaurisce nel garantire il diritto alla mobilità dei cittadini ma nell’abbracciare e soddisfare tutte quelle condizioni che permettono all’utenza di identificare e riconoscere in Società Vicentina Trasporti un patrimonio collettivo e condiviso – ha precisato Cristiano Eberle, presidente di Società Vicentina Trasporti. I nostri primi azionisti, in altre parole, sono i nostri utenti. Solo così si può comprendere appieno il valore di questi importanti investimenti che si sono tradotti in risultati tangibili a beneficio della comunità. La stazione è il centro operativo dell’azienda ed è interesse di tutti coloro che ne hanno responsabilità, nel rispetto dei ruoli e dell’assolvimento delle proprie competenze, che l’area sia gestita nel migliore dei modi possibili”.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

(Comune di Vicenza)

UA-82874526-1