Il cinema nelle sale del Veneto.

COMUNE DI ROVIGO
Ufficio Stampa: Paola Gasperotto
Tel 0425/206102
e-mail: ufficiostampa@comune.rovigo.it

Il cinema nelle sale del Veneto.
Dai circuiti d’essai alle multisala: presenze, incassi, possibile evoluzione del mercato in una ricerca di Agis e Ca’ Foscari

Quali tipologie di sala cinematografica sono valide ancora oggi nel Veneto di fronte alla continua e rapida modificazione del consumo audiovisivo? Quali risultati ha ottenuto e sta ottenendo nella nostra regione il cinema nelle sale negli ultimi tre anni? E rispetto alle limitrofe Lombardia ed Emilia-Romagna quali differenze e tendenze si possono individuare?
Per provare a rispondere a questi quesiti, enucleati grazie alla raccolta e all’analisi di una gran mole di dati relativi agli ultimi 3 anni, domani venerdì 13 dicembre alle ore 11, al Ridotto del Teatro Sociale di Rovigo, AGIS-ANEC Sezione Interregionale delle Tre Venezie presenterà al pubblico e agli operatori economici della filiera-cinema (produttori, distributori, esercenti) una interessante ricerca sull’andamento del mercato dell’esercizio cinematografico nel Veneto. Apriranno i lavori: Cristiano Corazzari, Assessore al Territorio, Cultura e sicurezza – Regione del Veneto e Franco Oss Noser, Presidente Unione Interregionale Triveneta AGIS – Padova.
La ricerca “La sala cinematografica nel Veneto: evoluzione e tendenze”, realizzata con il sostegno della Regione del Veneto e con la collaborazione del Prof. Andrea Ellero, Università Ca’ Foscari di Venezia – Dipartimento di Management, prenderà in considerazione l’attività delle sale operanti (nelle diverse tipologie di monosala, strutture multisala e sale d’essai) e le loro “performance” di mercato.

All’incontro parteciperanno anche critici, docenti, ricercatori universitari, professionisti legati al mondo del cinema (autori, registi, sceneggiatori), oltre a rappresentanti degli enti pubblici che svolgono attività diretta e/o indiretta nel settore.

I dati raccolti, relativi alle presenze e agli incassi del campione di riferimento individuato nel territorio veneto, saranno illustrati mettendoli a confronto con il dato nazionale e con quello della Lombardia e dell’Emilia-Romagna.

 

Rovigo, 12/12/2019
Comunicato n. 739/19

(Comune di Rovigo)

UA-82874526-1