Trasporto pubblico locale, presto eliminate le barriere architettoniche di 20 fermate

Con un investimento di 250 mila euro saranno abbattute le barriere architettoniche di 20 fermate del trasporto pubblico locale che diventeranno completamente accessibili sia alle persone con disabilità motorie sia a quelle con disabilità visive”.

L’annuncio è dell’assessore con delega alla mobilità Matteo Celebron che oggi ha ottenuto dalla giunta comunale il via libera al progetto che rientra nel Peba, il Piano di eliminazione delle barriere architettoniche approvato a settembre dal consiglio comunale .

I marciapiedi delle fermate coinvolte nell’intervento, che vanno ad aggiungersi a quelle già prive di barriere, saranno rialzati in modo da consentire all’utente in carrozzina di accedere all’autobus senza bisogno dell’attivazione della pedana elevatrice di cui è peraltro dotata la maggior parte dei mezzi.

Saranno inoltre inserite segnaletiche tattili a pavimento per indirizzare l’utente alle paline e e agli attraversamenti pedonali.

Sono previsti anche inserimenti di rampe di raccordo, spostamenti di paline, il rifacimento di alcune pavimentazioni, allargamenti di banchine.

Su circa 800 fermate delle 12 linee di trasporto pubblico locale, quelle attualmente accessibili alle persone con disabilità ad oggi sono 115. Con questo nuovo progetto e l’intervento programmato con i fondi dell’anno scorso se ne aggiungeranno a breve altre 27.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

(Comune di Vicenza)

UA-82874526-1