Ambiente – Gruppo M5S: “La maggioranza copre speculatori e criminali ambientali e vota contro l’istituzione della Corte europea per l’ambiente a Venezia”

Ambiente – Gruppo M5S: “La maggioranza copre speculatori e criminali ambientali e vota contro l’istituzione della Corte europea per l’ambiente a Venezia”

(Arv) Venezia 22 gennaio – “In Consiglio regionale si è votata contro la nostra idea di rendere Venezia capitale  europea dell’ambiente sede della  Corte Penale Europea per l’Ambiente e la Salute  Un progetto portato avanti da premi Nobel e dal Movimento 5 stelle al Parlamento Europeo a Bruxelles e alla Conferenza su clima di Madrid” Inizia così una nota del gruppo consiliare del Movimento 5 stelle a Palazzo Ferro Fini. Parlando dei consiglieri della maggioranza i pentastellati dicono che “ostentano impegno ambientale , ma hanno paura di avere sul territorio un’istituzione europea che indaghi e giudichi. Dicono di voler difendere l’immagine di Venezia, ma rinunciano a un prestigio internazionale. Del resto cosa ci potevamo aspettare  da una amministrazione che ha dato alla regione il triste primato della cementificazione e di inquinamento? Ma davanti al rifiuto da parte della maggioranza leghista di promuovere e sostenere l’istituzione della corte penale europea per i reati ambientali a Venezia, non possiamo più  pensare che si tratti di noncuranza. C’è un’intenzione ben precisa: trovare tutte le scappatoie possibili per non schierarsi contro chi inquina e i suoi tanti interessi. Siamo basiti, di fronte al voto contrario degli uomini di Zaia. Sono disposti a togliere a Venezia e al Veneto un ruolo internazionale, pur di andare contro gli speculatori e contro di noi. Se pensano che la cosa si chiuda qui, si sbagliano di grosso”

/142

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1