Il Giardino degli Angeli verso la realizzazione: la giunta dà il via al progetto

Una collaborazione a tre tra Comune, Diocesi di Vicenza e Ulss 8 Berica che nel corso di quest’anno si concretizzerà con la realizzazione del Giardino degli angeli, uno spazio idoneo per garantire una sepoltura dignitosa ai bambini non nati.

Presentata nei mesi scorsi, l’iniziativa ha trovato il via libera dalla giunta comunale che ieri ha approvato il progetto definitivo per l’area che troverà spazio all’interno del Cimitero Maggiore Giardino dietro al “lotto 21”, in un’area rivolta verso il Cimitero monumentale.

La precedente amministrazione aveva destinato quel lotto interamente alle persone di religione musulmana ma dopo una serie di colloqui con la comunità religiosa è stato trovato l’accordo per ricavare uno spazio per questo fine.

“Ritengo sia un atto di sensibilità e di civiltà verso le donne e le famiglie colpite – dichiara il sindaco Francesco Rucco – e molto lo si deve al grande lavoro svolto dal consigliere comunale Ivan Danchielli che ha coordinato i vari passaggi fra gli enti coinvolti”.

Con questo provvedimento la giunta comunale ottempera alle disposizioni della legge regionale 4 marzo 2018 che prevede che i concepimenti in una struttura sanitaria avvenuti prima della ventottesima settimana, di cui i familiari non intendono prendersi carico, debbano essere inumati a spese dell’Ulss e trovare spazio in un’area cimiteriale dedicata.

“E’ stato il primo impegno che ho assunto da consigliere – sottolinea Ivan Danchielli – perchè ho sempre ritenuto che creare un luogo in cui le famiglie possano trovare consolazione e sostegno rielaborando il lutto, sia un obbligo di civiltà. Il primo di febbraio nella chiesa di San Gaetano al Corso dalle 17.00 verrà celebrata la 42^ giornata della vita e sarà l’occasione per ribadire il nostro impegno in questo senso”.

Il progetto e l’intervento verranno eseguiti da Aim nell’ambito del contratto di servizio di gestione dei servizi funebri e cimiteriali. Il primo stralcio di 60 mila euro riguarda la realizzazione del Giardino degli angeli che occuperà un quarto dell’area destinata alle sepolture islamiche, la quale sarà realizzata con un secondo stralcio. Il costo complessivo del progetto, a carico del Comune, sarà di circa 150 mila euro. La conclusione dei lavori è prevista, almeno per il primo stralcio, entro il 2020.

“Un segnale concreto di sensibilità verso la vita, anche quella che non ha visto la luce – ribadisce l’assessore ai lavori pubblici Matteo Celebron – con la creazione di un luogo che prima non c’era e che sarà curato nei dettagli per dare dignità anche a queste sfortunate creature”.

Da un punto di vista tecnico i lavori prevedono l’asportazione del terreno di inumazione fino alla profondità di circa m 1,80 rispetto all’attuale livello di campagna, il rinterro con terreno adatto, alla luce di studi geologici effettuati in loco e l’innalzamento del livello di campagna di circa 50 centimetri dalla quota attuale, come da prescrizioni della normativa vigente. Verrà eseguito anche il drenaggio del terreno e saranno realizzati alcune aiuole a prato decorativo, una siepe bassa intorno al campo, l’impianto di irrigazione comprensivo di collegamento impiantistico con fontanino esistente e un impianto di illuminazione votiva. Il tutto predisposto in modo tale da poter permettere il completamento di futuri stralci operativi.

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

(Comune di Vicenza)

UA-82874526-1