Parco della Lessinia – Fracasso, Zanoni, Salemi, Bigon, Azzalin (PD): “Gruppo PD contro il taglio del Parco: domenica parteciperemo alla manifestazione; il problema dei cinghiali non si risolve sforbiciando le aree protette”

Parco della Lessinia – Fracasso, Zanoni, Salemi, Bigon, Azzalin (PD): “Gruppo PD contro il taglio del Parco: domenica parteciperemo alla manifestazione; il problema dei cinghiali non si risolve sforbiciando le aree protette”

(Arv) Venezia 24 gen. 2020 –    “Domenica parteciperemo alla Camminata per il Parco della Lessinia per ribadire il nostro convinto no alla riduzione dell’area protetta voluta dalla Lega e dai suoi alleati, contrarietà che ribadiremo anche in Aula quando dovremo discutere il Progetto di legge”. Ad annunciarlo i rappresentanti del Partito Democratico in Consiglio regionale, oggi a Verona nel corso di una conferenza stampa a cui hanno partecipato il Capogruppo Stefano Fracasso, il Vicepresidente della Commissione Ambiente Andrea Zanoni, i Consiglieri Orietta Salemi, Anna Maria Bigon e Graziano Azzalin, “oltre a parlamentari ed esponenti del PD veronese. Il contenimento dei cinghiali, da solo, non è un motivo valido per tagliare duemila ettari di Parco. La scorsa settimana, durante le audizioni in Seconda Commissione, abbiamo ascoltato posizioni molto diverse di sindaci e associazioni, perciò ritenevamo indispensabile un ulteriore approfondimento. Non c’era alcun motivo di urgenza per chiudere la partita, sarebbe bastata una sola seduta in più, ma la maggioranza ha tirato dritto e con una forzatura istituzionale ha deciso di mettere immediatamente al voto la proposta. Una scorrettezza che ha portato i nostri Consiglieri presenti in Commissione ad abbandonare la seduta. I cinghiali sono fonte di problemi? Non si risolvono con una sforbiciata alle aree protette, in una regione che, oltre a essere la più cementificata d’Italia, ha una superficie a parco del 5%, contro una media nazionale che è esattamente il doppio. Così facciamo unicamente un favore ai cacciatori. Servono invece misure specifiche di controllo o modifiche al Piano di gestione del Parco. Parco, è bene ricordarlo, che per anni, e fino a pochi mesi fa, è stato ‘guidato’ da un commissario nominato dal presidente Zaia e non ha risolto neanche un problema”. 

“La manifestazione di domenica prossima, 26 gennaio – ricordano – partirà da Conca dei Pàrpari, nel comune di Roveré Veronese, alle 10, con arrivo alle 12 a San Giorgio (Bosco Chiesanuova), passando per Malga Pàrparo Vecchio, Malga Pàrparo di Sopra, Malga Pigarol, Malga Grolla e Malga Malera di Sotto”. 

/168

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1