Parco Lessinia – Ruzzante (LeU) e Guarda (CpV): “La Lega vuole ridurre il Parco del 17%; anziché la festa per i 30 anni del parco, il 2020 rischia di diventare la ‘festa al parco’”

Parco Lessinia – Ruzzante (LeU) e Guarda (CpV): “La Lega vuole ridurre il Parco del 17%; anziché la festa per i 30 anni del parco, il 2020 rischia di diventare la ‘festa al parco’”

 (Arv) Venezia, 23 gen. 2020  –  “Negli ultimi due anni nella nostra regione è stata consumata una quantità di suolo pari a tremila campi di calcio, nessuno ha saputo far meglio in tutta Italia. Ciò nonostante, gli abitanti siano diminuiti di centomila unità e ci sono cinquecentomila case sfitte e undicimila capannoni vuoti. Non basta, siamo anche una delle regioni con la più alta concentrazione di centri commerciali: cinquecentosettantasei metri quadrati ogni mille abitanti”.

Lo denunciano i consiglieri regionali del Coordinamento Veneto 2020, Piero Ruzzante (LeU) e Cristina Guarda (CpV),  “nel corso della conferenza stampa di oggi alla quale hanno partecipato anche gli ex consiglieri regionali Massimo Valpiana e Alberto Tomiolo, promotori di quella legge che trent’anni fa portò all’istituzione del Parco della Lessinia”.

“Ma alla Lega assetata di record – continuano Ruzzante e Guarda – tutto questo sembra non bastare. Infatti, se il Progetto di Legge per ridurre il Parco della Lessinia dovesse essere approvato, il Veneto diventerà anche la prima regione d’Europa a ridurre i confini di un’area destinata a parco naturale.  Un’ottima candidatura per il premio ‘Attila’ che annualmente viene assegnato da Lega Ambiente a chi si distingua negativamente sui temi ambientali”.

“La buona notizia è che, per ora, si tratta solo di un Progetto di Legge e che, per entrare in vigore, dovrà prima essere approvato in Consiglio Regionale, sede nella quale lotteremo duramente per la sua non approvazione – spiegano gli esponenti del Coordinamento Veneto 2020 –  Non ammettiamo in alcun modo che i confini del parco possano essere ridotti di un solo metro, ed anzi facciamo nostra la proposta di Valpiana e Tomiolo di un ampliamento dell’area, anziché di una sua riduzione”.

“L’appuntamento  è per domenica prossima, 26 gennaio, alle ore 10,00, alla camminata di protesta che partirà da Conca dei Pàrpani, nel Comune di Roveré Veronese, e arriverà a San Giorgio di Bosco Chiesanuova – annunciano in conclusione Ruzzante e Guarda –  Nel 2020, il Parco della Lessinia compie trent’anni, faremo in modo che sia la ‘festa del Parco’ e non diventi una ‘festa al Parco’, come invece vorrebbe la Lega”.

/163

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1