Sanità – Sinigaglia e Pigozzo (PD): “Alloggi Ulss 3 in vendita, nessuna priorità per il Comune, assessore sordo alle necessità di Venezia”

Sanità – Sinigaglia e Pigozzo (PD): “Alloggi Ulss 3 in vendita, nessuna priorità per il Comune, assessore sordo alle necessità di Venezia”

(Arv) Venezia 16 gen. 2020 –   “È un’occasione persa, l’assessore Lanzarin si è mostrata sorda alle necessità di Venezia, ben supportata dal presidente della Quinta commissione; 22 alloggi non sono un’enormità, ma potevano essere una risposta, seppur piccola, alle esigenze di una città che si sta svuotando e dove è forte la tensione abitativa”. Così i Consiglieri regionali del Partito Democratico Claudio Sinigaglia e Bruno Pigozzo commentano “il ‘no’ della Giunta nel concedere una via preferenziale per il Comune e l’Ospedale civile per l’acquisto degli alloggi messi in vendita dall’Ulss 3. Sappiamo benissimo che la loro destinazione, una volta comprati all’asta, sarà la locazione turistica, contribuendo a spopolare ulteriormente il centro storico. Avevamo chiesto di riservare una quota dei 22 appartamenti a chi lavora all’Ospedale civile, proposta bocciata poiché c’è già una Foresteria interna che funziona”.

“Stessa sorte – aggiungono – per la vendita al Comune di Venezia in modo da incrementare il patrimonio dell’Edilizia residenziale pubblica, poiché l’Ater avrebbe già sufficienti alloggi sfitti e perché la Regione punta a massimizzare gli introiti dalla vendita. Eppure il sindaco Brugnaro aveva dato la propria disponibilità ad acquistarle avendo però un diritto di prelazione in modo da evitare l’asta. Niente da fare, l’unica concessione è che a parità di punteggio il Comune avrà la priorità, solo briciole. Fatichiamo a comprendere questa rigidità: Venezia ha bisogno di residenti, non di turisti mordi e fuggi”.

/95

(Consiglio Veneto)

Please follow and like us