Sicurezza – Boron (ZP): “A Padova gioielliere aggredito e rapinato. Città allo sbando e la polizia locale non viene usata per controllare il territorio”

Venezia, 22 gennaio 2020  – «Padova è allo sbando e la zona dell’Arcella si sta trasformando sempre di più in terra di nessuno. Ieri sera in via Aspetti è andata in scena una violenta rapina ai danni di un gioielliere padovano. L’uomo è stato aggredito e gli è stata gettata in faccia una sostanza irritante. Una aggressione brutale che non fa altro che confermare come la sicurezza non sia assolutamente una priorità di questa amministrazione comunale che sta anzi progressivamente abbandonando i quartieri più “difficili” della città». Fabrizio Boron, consigliere regionale del gruppo Zaia Presidente, commenta così la violenta rapina ai danni di un gioielliere verificatasi ieri sera alle 20 a Padova.

«I criminali si sentono in diritto di agire indisturbati – continua Boron – consapevoli di non avere un controllo del territorio, la polizia municipale viene impiegata solo per concerti ed altri eventi invece di far presidio dei quartieri. Mi chiedo con che logica sia stata pensata una tale organizzazione, soprattutto in quelle zone di Padova dove quotidianamente assistiamo impotenti a fatti sempre più gravi».

(Lega Nord)

UA-82874526-1