Comunicato stampa: mostra “Poeti vaganti tra gli affreschi. Raffigurazioni dell’oroscopo cinese” ed iniziativa di solidarietà per la Cina

Annullata parte dei festeggiamenti del Capodanno cinese, organizzato dall’Assessorato alla cultura in collaborazione con l’associazione culturale “II filo di seta”, e sostituita dall’iniziativa di solidarietà per la Cina colpita dal Coronavirus “1000 gru di origami per la Cina e il Mondo”, che vede tra i punti di raccolta la Sala della Gran Guardia di piazza dei Signori, sede della mostra di Hong Wu, dedicata all’oroscopo cinese.
Non si terranno quindi il laboratorio e la conferenza sulla danza di Dun Huang con la celebre artista e insegnante di danza tradizionale cinese Ye Ran in programma martedì 25 febbraio.

L’associazione Il filo di seta, in segno di solidarietà, invita tutti a partecipare ad un’iniziativa collettiva che si intitola “1000 gru rosse di origami per la Cina e il Mondo”: donare una o più gru di carta, con scritto il proprio nome e una frase di augurio portandole presso la sede della mostra o gli altri punti di raccolta (Raixe bar-cicchetteria-enoteca in corso Garibaldi, 6; Angolo 16 in piazza dei Frutti, 16; ristorante Shanghai in via Marsala).
Nella cultura orientale la gru è simbolo di longevità e buona salute, un’offerta di mille gru rafforza ulteriormente il concetto di buon auspicio. La speranza è di raccogliere mille gru per realizzare un’installazione.
Si può anche donare una gru virtuale, mettendo una foto della gru come immagine del profilo facebook, oppure realizzare una gru di carta e pubblicare una foto nella sezione discussioni dell’evento nella pagina Facebook dell’associazione culturale “II filo di seta” (info associazionefilodiseta@gmail.com – video tutorial).
L’iniziativa continua fino al 23 febbraio, durante il periodo di apertura della mostra “Poeti vaganti tra gli affreschi. Raffigurazioni dell’oroscopo cinese”.
Con il suo magnifico linguaggio artistico Hong Wu riesce ad esprimere la profondità della cultura tradizionale cinese, nonché la connessione e la fusione tra la cultura cinese e quella italiana. L’eternità e l’istante, la fatalità e la coincidenza, sono i contrasti che hanno ispirato l’artista e al centro del dialogo con i visitatori. L’ispirazione del linguaggio pittorico di Hong Wu proviene da Hua Xiang Zhuan, un elemento decorativo a forma di mattone con immagini a basso rilievo a stampa, una forma artistica dell’antica Cina che porta con sé un senso di misticità e di eternità del tempo.
Le opere sono tutte su carta di riso realizzate a inchiostro e acquarello.
La mostra è patrocinata dal Cafa – Central academy of fine arts (Accademia centrale di belle arti), ed è visitabile ad ingresso libero (orario: dalle ore 10:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00; lunedì chiuso).

Info mostra
Hong Wu. Poeti vaganti tra gli affreschi. Raffigurazioni dell’oroscopo cinese
19 gennaio – 23 febbraio 2020, Sala della Gran Guardia – piazza dei Signori
per visite guidate di gruppo: associazionefilodiseta@gmail.com
orario 10:00 – 13:00 e 14:00 – 18:00, lunedì chiuso
ingresso libero

(Comune di Padova)

UA-82874526-1