Inaugurata nella sede della Collezione Peggy Guggenheim la mostra “Migrating Objects”

Un viaggio che parte da Venezia per allargare i propri orizzonti all’Africa, all’Oceania e alle Americhe. Si tratta della mostra “Migrating Objects”, inaugurata questa sera nella sede della Collezione Peggy Guggenheim. Alla cerimonia ha partecipato anche la presidente della Commissione Cultura Giorgia Pea.

L’esposizione concentra l’attenzione su un aspetto meno conosciuto del collezionismo di Peggy Guggenheim, che si interessò anche di arte al di là dei confini europei o statunitensi: a Palazzo Venier dei Leoni vengono esposte, per la prima volta tutte insieme, 35 opere di arte non occidentale raramente visitabili dal grande pubblico. L’allestimento le raggruppa in base ai contesti originali, provando in alcuni casi anche a instaurare un dialogo con opere moderne delle avanguardie europee.

“Migrating Objects” sarà visitabile da domani, sabato 15 febbraio, a domenica 14 giugno ed è stata curata da un comitato scientifico composto, tra gli altri, da Christa Clarke, R. Tripp Evans, Ellen McBreen, Fanny Wonu Veys e Vivien Greene.

(Comune di Venezia)

UA-82874526-1