Politica – Baldin (M5S): “Mafia a Eraclea: il tribunale giudicherà i criminali. I veneti giudichino le Istituzioni”

Consiglio Regionale Veneto – Sala stampa

Benvenuto nel sito del Consiglio Regionale del Veneto


Link di salto: Vai alla Navigazione principaleVai ai ContenutiVai alla ricerca




Il tuo percorso:

Contenuti:

Politica – Baldin (M5S): “Mafia a Eraclea: il tribunale giudicherà i criminali. I veneti giudichino le Istituzioni”

(Arv) Venezia, 6 feb. 2020   – “Il rinvio a giudizio per le infiltrazioni mafiose ad Eraclea sono uno spartiacque tra il Veneto sano e quello distratto o peggio connivente, che non può essere ignorato. Un tribunale penserà a giudicare il crimine organizzato ma sono i veneti fin da ora che hanno gli strumenti per giudicare chi ha consentito che la nostra regione venisse sfregiata in questo modo osceno da una presenza mafiosa senza scrupoli e senza pudore”. Così Erika Baldin (M5S) in una sua nota diffusa oggi pomeriggio. “L’abbiamo detto e ancora lo ripetiamo: non ci si venga a dire che semplicemente le mafie si installano dove ci sono i capitali, perché sarebbe un modo troppo assolutorio di spiegare quanto sta accadendo in Veneto. Le mafie vanno nei territori dove ci sono i soldi, è vero, ma tra questi scelgono quelli dove ritengono di non trovare ostacoli istituzionali – sostiene la Baldin – Da mesi la magistratura veneta ci fornisce dati allarmanti sulle infiltrazioni del crimine organizzato e su quanto questo tolga ossigeno al Veneto onesto e produttivo. Da mesi ancora, le cronache ci riportano di presenze di camorra, mafia, ‘ndrangheta sempre più vicine alle amministrazioni delle nostre città. Eppure non abbiamo colto nessun cenno di vero allarme da parte di chi governa la regione, anzi, siamo arrivati allo scandalo della costituzione di parte civile all’ultimo momento, come fosse una cosa di cui potersi dimenticare. Così come abbiamo chiesto il commissariamento delle amministrazioni comunali in odore di mafia, è ormai dal marzo scorso che in Consiglio regionale chiediamo che si discuta l’istituzione di una commissione regionale di inchiesta permanente sulla criminalità organizzata. In 10 mesi non abbiamo mai ottenuto alcuna risposta. Di cosa si ha paura? In queste condizioni le mafie ci guardano e capiscono di avere davanti una Regione che è impegnata a fare altro”.

/301


menù di sezione:



Link di salto: Torna suTorna alla Navigazione principaletorna ai ContenutiVai alla ricerca

showSondaggio:true valutaParametroOnline:false direttaRefresh:30000

nodo 1


(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1