Referendum costituzionale del 29 marzo,voto dei cittadini temporaneamente all’estero

In occasione del referendum costituzionale di domenica 29 marzo, gli elettori vicentini che si trovano temporaneamente all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche, e i loro familiari conviventi, per un periodo di almeno tre mesi nel quale ricade la data di votazione, possono esprimere il voto per corrispondenza, nella circoscrizione estero.

L’opzione di voto sarà valida solo per questa consultazione.

Per beneficiare di tale possibilità, entro il 26 febbraio i cittadini interessati dovranno far pervenire al Comune, nelle cui liste elettorali sono iscritti, un’apposita dichiarazione di opzione di voto per corrispondenza contenente l’indirizzo postale estero cui va inviato il plico elettorale, l’indicazione dell’ufficio consolare competente per territorio e il possesso dei requisiti per l’ammissione al voto per corrispondenza.

Alla stessa dovrà essere obbligatoriamente allegata copia di documento d’identità valido dell’elettore.

L’opzione potrà essere inviata tramite posta cartacea, fax, posta elettronica o PEC. In alternativa il modulo può essere consegnato a mano anche da persona diversa dall’interessato.

Pagina informativa sul referendum costituzionale per la riduzione dei parlamentari del 29 marzo 2020

Informazioni
Ufficio elettorale, piazza Biade 26
Telefono: 0444221430 e 0444221432 (attivi da lunedì a venerdì dalle 8.30 alle 12.30)
Email: uffelettorale@comune.vicenza.it

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

(Comune di Vicenza)

UA-82874526-1