Unesco – Zanoni (PD): “Modificata la legge per tutelare il territorio, ma arriva tardi: la Giunta chiude la stalla quando i buoi sono già scappati”

Unesco – Zanoni (PD): “Modificata la legge per tutelare il territorio, ma arriva tardi: la Giunta chiude la stalla quando i buoi sono già scappati”

(Arv) Venezia 13 feb. 2020 –   “Oggi in commissione sono passate le modifiche alla legge sul sito dell’Unesco delle Colline del Prosecco, ma è un provvedimento tardivo: la Giunta chiude la stalla quando i buoi sono già scappati”. È quanto dichiara Andrea Zanoni, consigliere del Partito Democratico e vicepresidente della Seconda commissione al termine della seduta odierna dove è passato il Pdl 485 della Giunta “per evitare – si legge – che il Disciplinare, volto alla tutela e conservazione degli elementi significativi e rilevanti del sito, possa essere pregiudicato nelle more dell’adeguamento degli strumenti urbanistici da parte dei Comuni”.

“È una legge che dovrebbe tutelare il territorio dai troppi appetiti speculatori, fatta anche perché tra due anni e mezzo, ICOMOS la commissione che ha preparato e segue la candidatura durante le fasce procedurale per ottenere il riconoscimento Unesco, verrà ad effettuare le verifiche sulle 14 prescrizioni impartite a suo tempo. È una legge che andava fatta immediatamente, dopo la proclamazione a Baku dello scorso 7 luglio. Da allora infatti nell’area Unesco, a causa della mancanza di una norma transitoria come quella votata oggi, ne abbiamo viste di tutti i colori, complice anche una normativa troppo permissiva: disboscamenti per far posto al Prosecco, con il caso eclatante di Preamaor avvenuto addirittura nella ‘core zone’ del sito Unesco e contro cui hanno manifestato quasi un migliaio di persone, ma non solo”. 

“Pensiamo agli smottamenti a causa di lavori fatti male, ai nuovi vigneti che si sono poi allagati perché realizzati in aree inadatte, alle ruspe in azione con imponenti movimenti terra; episodi che hanno portato spesso a denunce penali, esposti da parte di Associazioni, Comitati e Cittadini e interrogazioni alla Giunta da parte del sottoscritto. È un provvedimento – conclude Zanoni – che arriva tardi”. 

/341

(Consiglio Veneto)

UA-82874526-1