Coronavirus: proroghe e nuove scadenze dei tributi, autocertificazioni e controlli della Polizia locale. Gli aggiornamenti di giovedì 26 marzo

Documenti, controlli e materie tributarie. Questi gli argomenti principali toccati dal punto informativo “social” tenuto giovedì 26 marzo dal sindaco Luigi Brugnaro e dall’assessore al Bilancio Michele Zuin per informare i cittadini delle novità in merito all’emergenza Coronavirus.

Controlli della Polizia locale – Nelle ultime 24 ore sono state controllate 48 persone, con una denuncia per inottemperanza alle prescrizioni indicate da Governo e Regione per il contenimento del contagio da Coronavirus. In totale dall’inizio dell’emergenza sono stati denunciati 60 cittadini, a fronte di 1048 controlli. Sono state controllate anche 353 attività commerciali, giungendo alla denuncia di 5 titolari

Nuova autocertificazione – E’ stata introdotta dal Governo la nuova autocertificazione per motivare i propri spostamenti. E’ scaricabile anche dalla piattaforma multicanale del Comune “DiMe” e da questo link.

Centro antiviolenza – Il Centro Antiviolenza del Comune rimane attivo anche in queste settimane. Le operatrici. La struttura è aperta su appuntamento per rispondere alle richieste di aiuto delle donne vittime di violenza e alle segnalazioni da parte di Forze dell’Ordine, servizi sociali, sanitari. Le operatrici sono contattabili attraverso la seguente mail: centro.antiviolenza@comune.venezia.it e attraverso il numero di telefono 0412744222. E’ attiva 24 ore su 24 una segreteria telefonica attraverso cui si può lasciare un messaggio per essere ricontattati nel più breve tempo possibile. Tutti i dettagli sul sito del Centro Antiviolenza.

Tasse e tributi – Nei prossimi giorni la Giunta introdurrà alcune misure tributarie per venire incontro ai cittadini durante il periodo di emergenza:

  • Imu: sarà introdotta una modifica al regolamento per far slittare i termini di pagamento in base a categorie di utenti che saranno individuate nei prossimi giorni;
  • imposta di soggiorno: andando incontro agli operatori turistici, per quanto riguarda il primo trimestre di attività, rimarrà invariato l’obbligo di dichiarazione delle presenze al 15 aprile, ma sarà posticipato il termine di versamento del dovuto al Comune al 30 novembre;
  • imposta su pubblicità e cosap: le scadenze saranno spostate rispettivamente al 30 settembre, 31 ottobre, 30 novembre e 31 dicembre. Il canone di pagamento dei plateatici sarà ricalcolato in base al periodo di effettiva apertura delle attività commerciali (escludendo quindi i giorni di chiusura obbligati dalle misure di contenimento sanitario);
  • Tari: restano invariate le scadenze del 16 maggio per la prima e la seconda rata, del 16 settembre per la terza e 16 dicembre per la quarta). Si potrà però chiedere il posticipo del pagamento delle prime tre rate al 16 novembre qualora si ricada in circostanze che saranno individuate nei prossimi giorni dalla Giunta;
  • contributo di accesso: la sua entrata in vigore sarà posticipata all’1 aprile 2021

(Comune di Venezia)

UA-82874526-1