Domenica al museo – parte 3

Per questa terza puntata della rubrica Domenica al museo, ho deciso di addentrarmi in un’area che non è esattamente il mio principale ambito di interesse o ciò in cui sono più ferrata, ma che di sicuro potrà rivelarsi molto interessante: quella delle scienze!

Per quanto il mio campo prediletto sia quello della cultura e delle arti, credo che spaziare ed ampliare i propri interessi sia fondamentale, quindi vi propongo una serie di musei di scienze, tecnologia e storia naturale, alcuni dei quali ho anche avuto la fortuna di visitare fisicamente, per esplorare il sapere umano, le scoperte scientifiche, le innovazioni tecnologiche, il regno animale e vegetale.

Bando quindi ad ogni indugio, e buona visita!

New York (USA)

Uno dei maggiori musei di storia naturale al mondo, fondato a New York nel 1869. Si distingue per le ricostruzioni di habitat naturali, la sezione di zoologia dei vertebrati e quella di antropologia. Qui si possono vedere alcune esposizioni online e visitare le sale con la funzione esplora.

Bruxelles (BEL)

Parte del Royal Belgian Institute of Natural Sciences e fondato nel 1846, ospita il più grande padiglione in Europa dedicato ai dinosauri, oltre ad aree dedicate all’evoluzione, alla biodiversità, ai minerali. Qui trovate numerose mostre online, la possibilità di visitare le sale del museo e, tramite un’apposita app, anche la possibilità di fare un tour virtuale.

Washington D.C. (USA)

Sicuramente uno dei più conosciuti, oltre che un museo è anche un importante centro di ricerca. Qui trovate una mostra online e diverse raccolte di immagini mentre qui sono disponibili alcuni tour virtuali.

Londra (UK)

Importantissima attrazione della capitale inglese, fondato nel 1857, ospita una delle collezioni di primordine sulle conquiste scientifiche, tecnologiche e mediche da tutto il mondo. Qui si possono consultare diverse mostre tematiche ed esplorare le sale del museo.

Firenze (ITA)

Conserva importanti collezioni di strumenti scientifici, in particolare provenienti dai Medici e dai Lorena (XVI-XIX sec.) oltre ad un ricco patrimonio di testi di carattere storico-scientifico. A questo link potete consultare le collezioni e visitare le sale del museo.

Berlino (DEU)

Una delle più importanti istituzioni di ricerca su evoluzione biologica e geologica e biodiversità, ospita varie esposizioni, dai dinosauri, al sistema solare, agli insetti. Lo potete visitare qui.

Mountain View (USA)

Ospita una delle più grandi collezioni al mondo di manufatti sul computer, ripercorrendo le varie tappe della storia dei computer, la rivoluzione informatica e l’impatto di queste tecnologie sulla vita dell’uomo. Qui trovate una presentazione sulla rivoluzione portata dagli strumenti informatici e la possibilità di esplorare le sale del museo.

Trento (ITA)

Disegnato da Renzo Piano, il museo trentino tratta di scienza, natura, biodiversità, innovazione e tecnologia. Qui trovate una presentazione e la possibilità, tramite un’apposita app, di fare un tour virtuale, mentre qui trovate i link ad una serie di contenuti video che illustrano le collezioni del museo.

Londra (UK)

Anche questo istituzione di primordine tra i musei londinesi, nasce nel 1881 per ospitare la sezione di storia naturale del British Museum. A questo link si trovano numerosissime mostre online tematiche sulle varie collezioni del museo, oltre alla possibilità di un tour vistuale, tramite apposita app.

Torino (ITA)

Istituito dalla Regione Piemonte nel 1978, ospita anche un’importante biblioteca. Qui potete visitare la mostra Lo spettacolo della natura, storie di scienza e di mondi da conservare, una dedicata ai libri storici e rari ed alcune raccolte di immagini.

Milano (ITA)

Nato negli anni ’50, è il più grande museo scientifico e tecnologico in Italia ed uno dei maggiori in Europa. Tra le tantissime diverse collezioni presenti, non posso non segnalare, da buona appassionata di radio, quelle su Guglielmo Marconi e la nascita del broadcasting, che raccoglie moltissimi reperti sulla storia della radiofonia e delle comunicazioni, a partire dal telegrafo. Qui si trovano moltissime esposizioni online tematiche, raccolte di immagini, la funzione esplora per visitare i vari padiglioni e la possibilità di fare un tour virtuale, tramite l’apposita app. Qui invece le informazioni sui contenti extra prodotti in questo periodo dal museo, consultabili sui social.

(www.sherwood.it)

Please follow and like us