Coronavirus – Zanoni (PD): “Introdurre test sierologici nei Lea: devono essere disponibili per tutti, non solo per chi può pagare”

Coronavirus – Zanoni (PD): “Introdurre test sierologici nei Lea: devono essere disponibili per tutti, non solo per chi può pagare”

(Arv) Venezia, 21 mag. 2020 -“Credo sia doveroso garantire a tutti il diritto di effettuare test sierologici, inserendoli nei Livelli essenziali di assistenza, abbreviato LEA. Non è giusto che possa effettuarli solo chi può permetterselo economicamente”. È quanto afferma Andrea Zanoni, consigliere regionale del Partito Democratico, ‘sottoscrivendo’ l’appello del segretario nazionale Nicola Zingaretti, che ha chiesto la gratuità almeno per le fasce meno abbienti.  

“Sarebbe il modo migliore – osserva il consigliere – per fermare le speculazioni. La scorsa settimana, ho presentato un’interrogazione alla Giunta denunciando gli eccessivi rincari dei test sierologici in alcune strutture private del Trevigiano e sollecitando un intervento per fermare questo fenomeno. È grave lucrare sulla salute e sulle paure dei cittadini. Siamo nella fase delle riaperture, le limitazioni sono state allentate ed è giusto che ci sia un controllo pubblico e gratuito, specialmente per chi rientra al lavoro, viaggia su mezzi pubblici ed è a contatto con altri colleghi e/o clienti”. 

“ Per ripartire in massima sicurezza, la strategia delle tre T, tracciamento, trattamento e test, deve essere assolutamente estesa, non limitata solo ad alcune categorie privilegiando chi può pagare la prestazione”.

“ Voglio fare un plauso all’amministrazione di Monastier provincia di Treviso – conclude Andrea Zanoni – che ha deciso di sottoporre gratuitamente a test sierologico 1.100 abitanti, ovvero, uno persona per nucleo familiare. Questo, aiuta senz’altro ad avere un quadro generale degli individui asintomatici”.

/1075

(Consiglio Veneto)

Please follow and like us