Comunicato stampa: al via l’assegnazione degli alloggi Erp

Inizia domani l’assegnazione degli alloggi Erp come da graduatoria esecutiva della scorsa estate.

Sono 1.700 le domande pervenute per l’ultimo bando pubblicato che, rispetto ai precedenti, conteneva una novità: la riserva dell’8% per alcune categorie specifiche e cioè giovani di età inferire ai 35 anni, giovani coppie e nuclei composti da unici genitori.

Un 8% degli alloggi è quindi riservato a giovani che non hanno ancora compiuto i 35 anni di età alla data di pubblicazione del bando, giovani coppie e nuclei composti da unici genitori con figli a carico, che avranno diritto di precedenza sempre seguendo l’ordine di graduatoria.

Gli uffici stanno convocando i nuclei beneficiari partendo dalle categorie con riserva e da domani inizieranno i primi incontri per la verifica dei requisiti e la definizione della proposta dell’alloggio sulla base di criteri oggettivi di assegnazione previsti dal bando stesso (numerosità del nucleo e condizioni socio economiche), oltre che della disponibilità. Inoltre verranno valutati i singoli casi per costruire proposte il più coerenti possibile con le diverse situazioni.
 

Dichiara in merito l’assessora Nalin: “E’ la prima assegnazione dopo la graduatoria estiva e riguarda oltre un centinaio di alloggi che verranno assegnati mano a mano che si liberano. Ho personalmente chiesto agli uffici di svolgere con attenzione le valutazioni per le assegnazioni e per le proposte di assegnazione, perché, nei limiti delle disponibilità e dei criteri oggettivi, si costruiscano proposte coerenti con le storie di ognuno, mettendo al centro le persone.
Il fatto che con questo bando venga data precedenza a determinate categorie come i giovani, le giovani coppie e i nuclei monogenitoriali è significativo e personalmente credo sia un modo per iniziare a mettere al centro della nostra comunità le categorie che oggi e in futuro saranno più vessate dalla crisi economica di questi tempi.
La situazione oggi è molto complessa e poter assegnare abitazioni in questo momento credo sia molto significativo. Sappiamo che le disponibilità non saranno sufficienti a coprire le domande ricevute, ma il nostro impegno è massimo, quest’anno ancor di più, nella direzione di garantire a tutte e tutti un diritto fondamentale, il diritto ad un alloggio degno
“.

(Comune di Padova)

Please follow and like us