SERVE UNITA’ PER NON PERDERE OCCASIONI FONDAMENTALI

Coldiretti Treviso: il nuovo Cda s’impegni a tutelare gli interessi dei veri vignaioli eroici del Prosecco

Coldiretti prende atto degli esiti delle elezioni del nuovo Consiglio di amministrazione del Consorzio di tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Docg  augurando ai nuovi membri del Cda di diventare una vera e unita squadra per rispondere ai compiti per cui lo stesso Consorzio è nato: valorizzare e tutelare il Prosecco Docg. Si rinnova l’augurio che i membri confermati, le cui scelte non sono sempre state per noi condivisibili, trovino la giusta armonia con i nuovi. Fa male per una realtà come il Consorzio di tutela sentir parlare di maggioranza e minoranza. Serve unità e la conseguente volontà di remare tutti dalla stessa parte perché le cose da fare sono tante come le opportunità da non perdere. Dalla nuova direzione all’integrazione operativa con chi rappresenta le Colline del Prosecco Patrimonio dell’umanità non mancheranno occasioni fondamentali per il futuro consortile. Sono necessarie, inoltre, scelte coraggiose che vadano nella direzione di tutelare i veri vignaioli eroici che hanno generato le fortune di questo territorio. I primi che devono essere garantiti nella stessa retribuzione che deve compensare gli sforzi ed i costi superiori per il lavoro svolto sulle impervie colline,  in quelli che sono chiamati ciglioni, che l’Unesco ha voluto premiare riconoscendone il valore a livello internazionale.  

Coldiretti Treviso, inoltre, si aspetta che la Presidenza sia affidata ad una figura autorevole e competente, ma anche capace di condurre la propria squadra in maniera armoniosa e di riconquistata fiducia reciproca tra le varie categorie rappresentate al suo interno. Penso non ci possa essere discussione sul fatto che la Presidenza del Consorzio di tutela del Conegliano Valdobbiadene Prosecco docg debba avere competenze ed esperienza anche nei mercati internazionali e lungo l’intera filiera.

(Coldiretti Veneto)

Please follow and like us