Il consigliere delegato Scarpa ‘Marta’ alla 77° commemorazione dell’affondamento della motonave Giudecca

Una cerimonia per ricordare le vittime della motonave Giudecca, affondata in seguito a un’incursione aerea il 13 ottobre 1944. E’ stata celebrata oggi (anche se in forma ridotta a causa dell’emergenza Covid) nella Chiesa Arcipretale di Ognissanti a Pellestrina dal parroco don Renato, a distanza di 77 anni dal tragico evento. Al rito ha partecipato il consigliere comunale delegato del sindaco alle Isole Alessandro Scarpa ‘Marta’, assieme al presidente della Municipalità Lido Pellestrina Emilio Guberti e ad una consigliera di Municipalità.

La cerimonia, organizzata dalla Municipalità con il Comune di Venezia e la parrocchia di Pellestrina, ha preso il via alle 9.30 con la Messa nella chiesa di Ognissanti, alla quale è seguita la deposizione delle corone d’alloro, a ricordo del luttuoso episodio, sull’opera in bronzo dello scultore Giuseppe Vio, in piazzale Ognissanti e sul cippo che ricorda i caduti posto nella laguna davanti al piazzale. È stato un momento di preghiera, non solo per le vittime dell’affondamento della motonave Giudecca, ma anche di tutte le guerre con i fedeli dell’isola di Pellestrina e San Pietro in Volta e le autorità civili e militari.

Scarpa ‘Marta’: “E’ sempre emozionante prendere parte in rappresentanza dell’Amministrazione comunale a questa cerimonia di commemorazione, molto sentita dalla comunità dell’isola, che anche quest’anno, nonostante le restrizioni imposte dal Covid ha visto la partecipazione di numerosi cittadini dell’isola di Pellestrina e San Pietro in Volta. Grazie a tutti i presenti”.

La motonave Giudecca fu bombardata ed affondata da aerei alleati il 13 ottobre del 1944. Era salpata da Chioggia e fu colpita all’altezza di Pellestrina. 

(Comune di Venezia)

Please follow and like us