Musei di Vicenza tutti aperti lunedì 1 novembre, Festa di Ognissanti

Museo civico di Palazzo Chiericati

In occasione della Festa di Ognissanti dell’1 novembre, i Musei civici di Vicenza e quelli inseriti nel circuito cittadino rimarranno eccezionalmente aperti, pur trattandosi di un lunedì, giorno di chiusura settimanale.

Il Teatro Olimpico, la Basilica palladiana, il Museo civico di Palazzo Chiericati, il Museo naturalistico archeologico, la Chiesa di Santa Corona saranno aperti dalle 9 alle 17 (ultimo ingresso 16.30).

Il Museo del Risorgimento e della Resistenza sarà aperto dalle 9 alle 13 (ultima entrata 12.30) e dalle 14.15 alle 17 (ultima entrata 16.30).

Le Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari l’1 novembre saranno aperte dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso 17.30).

L’1 novembre rimarranno aperti anche il Palladio Museum, dalle 10 alle 18 (ultimo ingresso 17.30), il Museo del Gioiello dalle 10 alle 18 e il Museo diocesano dalle 14 alle 18.

Al Teatro Olimpico sarà possibile assistere allo spettacolo, compreso nel biglietto di ingresso al monumento, Pop-Palladio Olimpico Project “Son et Lumière”, della durata di una decina di minuti alle 9.30, 10.30, 11.30, 14.30, 15.30 16.30.

Al Museo del Risorgimento e della Resistenza sono allestite due vetrine che espongono alcuni documenti conservati nell’archivio del museo, riferiti all’attività di ingegnere militare e patriota, durante la Prima Guerra d’Indipendenza, dell’architetto vicentino Antonio Caregaro Negrin (1821-1898), figura significativa ed esemplare nel panorama culturale dell’Ottocento, di cui quest’anno ricorre il bicentenario della nascita.

Il Museo naturalistico archeologico ospita, fino al 28 novembre, la mostra “Con la loro partenza nacque il sogno di un ritorno” che costituisce uno degli eventi della dodicesima edizione della rassegna “Vicenza e la montagna” realizzata da CAI – Club Alpino italiano sezione di Vicenza, GM – Giovane Montagna sezione di Vicenza, SAV – Società Alpinisti Vicentini, Montagna Viva – Climbing Team Costabissara e Neveroccia di Arcugnano. La mostra, che esplora la mutevole relazione dell’uomo con la montagna, propone un viaggio attraverso foto, testi e video di Opher Thomson che mettono in forte rilievo il contrasto tra il vuoto dell’abbandono e il manifestarsi delle vette, entrambi capaci di far sognare una natura sempre più distante.

Alle Gallerie d’Italia – Palazzo Leoni Montanari sarà possibile visitare la mostra dossier di recente apertura “Venezia, che impresa! La grande veduta prospettica di Jacopo de’ Barbari”. Inoltre i visitatori avranno a disposizione la mostra “Vedere l’invisibile.  Icone russe dalla collezione Intesa Sanpaolo, in dialogo con “Valery Koshlyakov. Architetture celesti” e la mostra dossier “Argilla. Storie di vasi”. Alle 10.30  sarà possibile partecipare al Family lab “Valery e il mondo incantato delle icone”. Alle 17 è previsto il racconto d’arte “Nel segno di Mercurio. La Venezia del Cinquecento nella mappa di Jacopo de’ Barbari”: la famosa veduta a volo d’uccello rivela in ogni dettaglio botteghe e professioni che hanno portato la città lagunare all’apice del suo splendore (attività per famiglie e racconto d’arte con prenotazione obbligatoria al numero verde 800.578875).

Lunedì 1 novembre si può partecipare anche alla visita guidata “Scopri Vicenza. Un capolavoro di città” alle 14.30. Info e prenotazioni www.vicenzae.org iat@comune.vicenza.it tel. 0444 320854.

Per informazioni e biglietti:

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

(Comune di Vicenza)

Please follow and like us