Comunicato stampa: presentata la rete di colonnine per la ricarica delle auto elettriche in città

Si è tenuta in piazzale della Stazione la cerimonia di inaugurazione della rete di colonnine per la ricarica pubblica delle auto elettriche realizzata in collaborazione tra il Gruppo Hera ed Aps Holding, società partecipata del Comune di Padova.
La gara pubblica bandita per l’installazione delle colonnine in città ha visto aggiudicataria Heracomm, presente a Padova con la controllata Estenergy, che ha operato in collaborazione con Hera luce specializzata sulla posa e gestione delle infrastrutture pubbliche per la ricarica elettrica e nell’illuminazione pubblica.

Presenti all’evento il sindaco Sergio Giordani, l’assessore Andrea Ragona con deleghe alle politiche del territorio e sviluppo urbano sostenibile, mobilità e viabilità, Cristian Fabbri direttore centrale mercato di Hera ed amministratore delegato di Hera Comm ed Estenergy, Roberto Gasparetto l’amministratore delegato di AcegasApsAmga di cui fa parte Hera luce e Riccardo Bentsik, amministratore delegato di Aps Holding.

Sono 36 i punti di ricarica attivi da oggi, la quasi totalità di quelli complessivamente previsti, che saranno completati entro l’anno. Tra questi anche cinque colonnine fast charge, di cui le prime ad essere operative saranno quelle installate in via Telemaco Signorini (fermata Nord Tram porta Nord), 4 ed via Guizza Conselvana, fianco 375.

Le stazioni inaugurate oggi, ciascuna dotata di due punti di ricarica, si trovano in:

  • piazzale della Stazione (Stazione Ffs) – 1 colonnina

  • via Salboro (Park Guizza) – 2 colonnine

  • via Bernardino Scardeone (Iov) – 1 colonnina

  • via Giuseppe Orus – 1 colonnina

  • via Luigi Piccinato (Liceo artistico Modigliani) – 2 colonnine

  • via Enrico degli Scrovegni (ang. via Delù) – 2 colonnine

  • via Niccolò Tommaseo (ang. piazza de Gasperi) – 2 colonnine

  • via Giovanni Gradenigo (Porta Portello) – 2 colonnine

  • via dei Colli – 1 colonnina

  • riviera Paleocapa – 1 colonnina

  • piazzale Vincenzo Cuoco – 1 colonnina

  • via Jacopo Crescini (ITI Marconi) – 1 colonnina

  • via Jacopo Facciolati (Ospedale S. Antonio) – 1 colonnina

La rete di colonnine è “interoperabile”, consente dunque di ricaricarsi non solo ai clienti di Hera Comm, ma anche scegliendo altri service provider, tra i quali quelli aderenti alla piattaforma europea Hubject. In questo modo, anche i cittadini stranieri possono agevolmente effettuare la ricarica del proprio veicolo presso ogni colonnina del network.
Le card targate Hera si possono ritirare allo sportello Estenergy del centro direzionale La Cittadella, sottopassaggio Mario Saggin, 3.
C’è la possibilità di scegliere fra due tariffe: a consumo, o flat, gli addetti allo sportello consiglieranno la soluzione più idonea al tipo di utilizzo. E’ previsto inoltre un servizio di direct payment, che consente a coloro che siano sprovvisti di contratto di effettuare la ricarica semplicemente inquadrando il QR code apposto sulla colonnina stessa. Il corrispondente importo sarà in questo caso addebitato sulla carta di credito anziché in bolletta.

Il sindaco di Padova Sergio Giordani sottolinea: “L’offerta di auto elettriche sul mercato è già ampia ed è in continua rapidissima crescita. Un bene per l’ambiente e il nostro futuro. Ma perché la diffusione sia davvero veloce e capillare è necessario rendere facile e agevole la ricarica dei mezzi. Come Amministrazione siamo impegnati concretamente in questa direzione e con queste 36 nuove postazioni diamo un segnale preciso: l’auto elettrica è non è una opportunità per il futuro, è una realtà di oggi che tutti possiamo utilizzare quotidianamente“.

L’assessore Andrea Ragona dichiara: “Se vogliamo incentivare le modalità di trasporto sostenibile è necessario renderlo competitivo con altri mezzi, e per farlo è necessario investire anche sulle infrastrutture. Vale per la mobilità dolce, per il trasporto pubblico e anche per il trasporto privato a emissioni zero. Offrire 36 punti di ricarica dislocati in città significa offrire la possibilità concreta per cittadine e cittadini di ricaricare con comodità e facilità la propria automobile, dare una ragione in più per scegliere di muoversi in questo modo. Abbiamo lavorato per offrire un servizio che puntasse sull’accessibilità e la sostenibilità a 360 gradi per proseguire sulla strada di fare del trasporto sostenibile uno dei nostri punti di forza“.

Riccardo Bentsik, amministratore delegato di Aps Holding aggiunge: “Dopo le prime installazioni realizzate nel 2013, questo era un progetto cui Aps attendeva da tempo: le postazioni individuate sono il frutto di uno studio condotto per offrire una copertura ottimale del servizio che tenesse conto dei punti di interesse e dei principali assi viari. Finalmente il progetto ha trovato il suo compimento grazie alla partnership con il gruppo Hera. Abbiamo tentato fin dalla sua impostazione iniziale di conciliare la sostenibilità del servizio erogato da una società terza con le esigenze della nostra azienda e dell’Amministrazione comunale, ovvero con uno sguardo privilegiato rivolto agli interessi dei cittadini. Tariffe calmierate derivanti da una competizione di gara, accessibilità al servizio, utilizzo di energia proveniente esclusivamente da fonti rinnovabili sono stati alcuni dei punti attorno ai quali abbiamo impostato la realizzazione dell’infrastruttura. Aps conferma la sua vocazione di azienda attenta alla qualità ambientale e alla mobilità sostenibile“.

Cristian Fabbri, direttore centrale mercato di Hera ed amministratore delegato di Hera Comm ed Estenergy sottolinea: “Siamo orgogliosi di essere stati scelti dall’Amministrazione come partner per lo sviluppo della mobilità elettrica: uno degli strumenti fondamentali per ridurre l’inquinamento urbano eliminando la produzione di polveri sottili, le emissioni di biossido d’azoto e, grazie all’utilizzo esclusivo di energia elettrica da fonti rinnovabili, le emissioni di CO2. Questa iniziativa è uno degli strumenti che Hera Comm e la sua controllata Estenergy, società di riferimento per le forniture energetiche dei cittadini padovani, hanno messo a disposizione dei propri clienti per pesare meno sull’ambiente. L’energia elettrica da fonti rinnovabili, il gas ad emissioni di CO2 compensate, l’utilizzo efficiente dell’energia o anche l’autoproduzione attraverso pannelli fotovoltaici, sono alcune delle altre opzioni disponibili. Rendere concreta e semplice la transizione energetica dei clienti e del territorio è una delle strade che abbiamo scelto per migliorare la sostenibilità della nostra comunità“.

Roberto Gasparetto, amministratore delegato di AcegasApsAmga conclude: “Siamo felici di partecipare a questo progetto che aggiunge un importante tassello all’effettivo impegno del gruppo Hera per la costruzione di comunità più sostenibili, resilienti e orientate a garantire una sempre maggiore qualità della vita. AcegasApsAmga è la società del territorio impegnata a contrastare i cambiamenti climatici attraverso una serie di azioni concrete che si declinano nella sicurezza idrica, nella raccolta differenziata, nell’efficienza energetica e anche nell’abbassamento delle emissioni attraverso il posizionamento in città di infrastrutture di ricarica elettrica come quelle inaugurate oggi“.

(Comune di Padova)

Please follow and like us