Un riconoscimento del Comune ai due veneziani che il 5 gennaio scorso avevano salvato un giovane ubriaco finito in acqua

    Un gagliardetto del Comune ai due veneziani, Ivan Covelli e Riccardo Gemolo, che la sera del 5 gennaio scorso hanno salvato la vita ad un giovane che, in stato di ubriachezza, sotto la pioggia battente, era caduto in acqua, in Riva degli Schiavoni.

    A consegnare il riconoscimento, e a farsi interprete del ringraziamento della comunità, per questo gesto di grande coraggio e altruismo, questa mattina, a Ca’ Farsetti, l’assessore comunale alle attività produttive, Sebastiano Costalonga.

    “Un ringraziamento semplice – ha spiegato l’assessore – per un atto invece molto importante compiuto da due meravigliose persone, che non hanno esitato a mettere a repentaglio la propria vita, pur di salvarne un’altra.

    Un gesto sicuramente non scontato, ma che, per fortuna, è comunque famigliare ai cittadini veneziani, che spesso intervengono per salvare chi, incautamente, finisce in acqua.”  

    Erano circa le 19.30 della sera del primo mercoledì dell’anno, quando i due amici, mentre stavano tranquillamente chiacchierando all’interno di un locale, hanno visto che fuori, un giovane immigrato (poi rivelatosi di nazionalità filippina), stava camminando, barcollando vistosamente, sino a cadere nel canale.

    Ivan non ci ha pensato due volte: si è tolto i vestiti, è uscito e si è gettato in acqua, riuscendo a recuperare il giovane, che nel frattempo aveva perso conoscenza. Con l’aiuto dalla riva di Riccardo, che gli aveva porto una scopa a cui aggrapparsi, è poi riuscito a trascinarsi sino ad alcuni scalini di un vicino pontile, e a risalire così dall’acqua.

(Comune di Venezia)

Please follow and like us