Istruzione, 12 progetti per quasi 12 milioni di euro candidati ai bandi del Pnrr

Ammonta a 11,8 milioni di euro il valore complessivo dei dodici progetti di edilizia scolastica che l’amministrazione candida a tre bandi pubblicati dal Ministero dell’Istruzione nell’ambito del Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr).

Gli studi di fattibilità, approvati oggi dalla giunta e presentati dal vicesindaco con delega ai lavori pubblici e allo sport Matteo Celebron e dall’assessore all’istruzione e all’edilizia scolastica Cristina Tolio, riguardano la realizzazione di quattro nuovi asili nido, attraverso la riqualificazione o la conversione di edifici già destinati ai servizi scolastici; l’ampliamento o il rinnovo di quattro mense di scuole primarie; la riqualificazione di una tensostruttura, la costruzione di una nuova palestra e la realizzazione di due piastre sportive all’aperto per scuole primarie e secondarie di primo grado.

“Presentiamo – spiega l’assessore Cristina Tolio – in via definitiva i dodici studi di fattibilità con cui partecipiamo ai bandi del Pnrr, in scadenza il 28 febbraio, per la riqualificazione di strutture comunali e anche statali dedicate all’infanzia. È stato un lavoro intenso che nella prima fase ha coinvolto il servizio istruzione nella ricognizione dei bisogni e delle necessità delle scuole. Con l’assessorato ai lavori pubblici abbiamo poi selezionato i progetti che possono avere più possibilità di ottenere il finanziamento. Nello specifico, puntiamo sui centri 0-6, come raccomandato anche dai bandi, che rappresentano la scuola del futuro; sull’ampliamento delle mense scolastiche, in accordo con i dirigenti di riferimento e per rispondere alle problematiche emerse con il Covid e all’ampliamento del tempo pieno; infine con l’assessorato allo sport parteciperemo con quattro progetti al bando per le infrastrutture sportive nelle scuole. È stato un lavoro intenso e di sinergia tra l’istruzione e i lavori pubblici improntato ad una visione generale: tutte le scuole hanno infatti delle necessità, abbiamo cercato quindi dei progetti che con un unico bando e finanziamento potessero dare con alcuni interventi risposte a più scuole”.

“Il Pnrr ci impone tempistiche molto strette – continua l’assessore Matteo Celebron –, grazie al lavoro di squadra tra istruzione e lavori pubblici siamo riusciti a definire dei progetti di sostanza che riguardano scuole, mense e impianti sportivi. Non puntiamo sulla costruzione di edifici nuovi, ma su interventi che rispettano i criteri maggiormente premiati dai bandi Pnrr e che seguono le esigenze emerse negli ultimi anni in relazione alla pandemia. Ci tengo quindi a ringraziare la dirigente Elena Munaretto, il servizio mobilità, trasporti e lavori pubblici e il responsabile del procedimento Giovanni Fichera per l’importante impegno che in questo periodo l’amministrazione sta mettendo in campo”.

I progetti che otterranno il finanziamento verranno indicati tra giugno e luglio. Entro marzo 2023 dovranno essere affidati i lavori, che dovranno essere conclusi entro la fine del 2025.

Bando n. 1 Piano per asili nido e scuole dell’infanzia e servizi di educazione e cura per la prima infanzia

Per il bando relativo ad asili nido e scuole dell’infanzia e servizi di educazione e cura per la prima infanzia vengono presentati quattro studi di fattibilità per interventi volti a ridurre al massimo il consumo energetico degli edifici, portandolo quasi a zero.

Nell’asilo nido Piarda l’intervento, di 2.039.700 euro, prevede l’adeguamento antisismico e la riqualificazione di una parte dell’immobile per consentire un rimodulazione degli spazi che porterà, in accordo con l’istituto comprensivo 1, all’accorpamento tra la scuola dell’infanzia Burci (ospitata adesso all’interno della primaria Da Feltre) e l’asilo nido Piarda, creando un centro 0-6 e una cittadella degli studi a disposizione del quartiere.

Verrà inoltre costruito un nuovo asilo nido San Lazzaro nell’area scoperta di pertinenza della struttura di via Corelli (1.680.000 euro).

L’edificio dell’ex scuola Fogazzaro della Riviera Berica, che attualmente ospita associazioni e una biblioteca, verrà ristrutturato per poter inserire un asilo nido al piano terra e spostare al primo piano l’attuale biblioteca. In questo modo si darà una risposta all’area della Riviera Berica sia per quanto riguarda i servizi dell’infanzia sia per quelli ai cittadini. Il progetto vale 2.043.600 euro.

Si prevede, inoltre, la costruzione di un nuovo asilo nido in via Turra, per offrire nuovi posti nella fascia di età 0-2 anni in un quartiere che necessita di servizi scolastici per l’infanzia (progetto da 2,4 milioni).

Bando n. 2 Piano di estensione del tempo pieno e mense

Il secondo bando riguarda un Piano di estensione del tempo pieno e mense per aumentare la disponibilità di mense scolastiche del primo ciclo.

Alla scuola primaria Zecchetto è previsto l’ampliamento della mensa attuale verso nord, realizzando un nuovo volume, dal valore di 690 mila euro.

Alla scuola primaria Rodari si vuole ampliare e riqualificare il piano terra per inserire la mensa (375 mila euro).

Nella scuola primaria Prati l’ingrandimento della mensa attuale verrà realizzato con la costruzione di un nuovo corpo di fabbrica nel cortile interno. Il progetto vale 254 mila euro.

Alla scuola primaria Da Feltre in contra’ Burci si prevede la costruzione di una nuova palestra e la riqualificazione di una parte dello stabile che ospiterà la mensa (257 mila euro).

Bando n. 3 Piano per infrastrutture per lo sport nelle scuole

Il terzo bando è relativo al Piano per infrastrutture per lo sport nelle scuole e intende aumentare la disponibilità di palestre e impianti sportivi, grazie a nuove realizzazioni o alla messa in sicurezza di strutture già esistenti.

Per la scuola primaria Rodari, priva della palestra, il progetto riguarda la riqualificazione della tensostruttura di via Turra, usata in orario scolastico dagli alunni. Per la struttura si prevede interventi alle pavimentazioni, agli spogliatoi e agli impianti di riscaldamento per 881.839 euro.

Nella scuola primaria Da Feltre si vuole ricavare una nuova palestra a servizio esclusivo della scuola (634.140 euro).

Alla primaria Zecchetto e alla secondaria di primo grado Bortolan, che godono di ampi spazi, si punta al finanziamento per la realizzazione delle piastre sportive all’aperto. I progetti valgono rispettivamente 300 mila euro e 243 mila euro.

Videonotizia nel canale YouTube Città di Vicenza: https://youtu.be/jaawuWm6STo

ATTENZIONE: La notizia si riferisce alla data di pubblicazione indicata in alto. Le informazioni contenute possono pertanto subire variazioni nel tempo, non registrate in questa pagina, ma in comunicazioni successive.

(Comune di Vicenza)

Please follow and like us