Pronti ad accogliere gli orfani dell’Ucraina

Il vescovo di Padova, mons. Claudio Cipolla, ha risposto a un appello di aiuto dell’associazione “Lisolachenoncè Teolo ODV”, che sta cercando di far arrivare in Italia, e più precisamente a Padova, una sessantina di bambini e ragazzi provenienti da un orfanatrofio ucraino. ll vescovo Claudio ha dato disponibilità per l’accoglienza (vitto e alloggio) nei locali del Seminario minore di Rubano, lasciando poi la gestione della presenza all’associazione, che dal 1999 si occupa di accoglienza ai bambini orfani ucraini ed è presieduta da Paolo Giurisato. Insieme alla dottoressa Stefania Barbieri, referente sanitario dell’associazione, il vescovo Claudio si è fatto portavoce per chiedere alla Croce rossa italiana e veneta e all’Ambasciata e al Consolato d’Italia a Varsavia di favorire il transito in territorio polacco dei minori.

Attualmente la situazione è in evoluzione e si sta attendendo di sapere se il gruppo proveniente dall’Ucraina (composto da una sessantina di minori e da alcune donne), riuscirà a passare i confini con la Polonia e successivamente transitare verso l’Italia.

Nel frattempo al Seminario di Rubano si sta organizzando l’accoglienza. Un tam tam social ha portato molte persone a farsi presente portando molti aiuti. Ma ora è importante sottolineare le reali necessità.

NON c’è bisogno di materassi, coperte, né cose per neonati.

SERVONO INVECE:

  • vestiario per bambini e ragazzi (maschi e femmine) dai 5 ai 18 anni
  • vestiario per giovani donne
  • lenzuola singoli
  • federe
  • copri materassi
  • cerate
  • spazzolini da denti e dentifrici
  • bagnoschiuma e shampoo/balsamo
  • asciugamani piccoli e grandi (per doccia)
  • phone per capelli
  • assorbenti
  • materiali per pulizie (scope, mocio, detergenti, spugne)
  • intimo maschile e femminile
  • calzini
  • scarpe
  • giubbotti invernali
  • vestiario in genere

IMPORTANTE

Per portare il materiale è opportuno contattare il Seminario minore di Rubano al numero 049 8731501, nei seguenti orari: dalle ore 15 alle ore 18 da lunedì 28 febbraio a venerdì 4 marzo e sabato 5 marzo dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 18. Negli stessi orari potrà essere consegnato il materiale.

Per donazioni in favore degli aiuti a questo progetto se va a buon fine e ad altri progetti di solidarietà per l’Ucraina si possono utilizzare i conti correnti della Caritas diocesana, specificando la causale “EMERGENZA UCRAINA”:

 

  • attraverso bonifico bancario(intestato a Caritas – Diocesi di Padova) presso:
    Banca Etica filiale di Padova – IBAN: IT58 H050 1812 1010 0001 1004 009
  • tramite bollettino postalesul conto n° 102 923 57 (intestato a Caritas diocesana di Padova).

(Diocesi di Padova)

Please follow and like us