Giovanni Vianello, dalla banca all’associazione dei commercianti della provincia di Rovigo

Giovanni Vianello vice presidente vicario di Confcommercio Rovigo

ROVIGO – Per tutti Gianni, all’anagrafe Giovanni Vianello, rientra nella “sua” associazione nel 2022 come vice presidente vicario del presidente Stefano Pattaro dopo un lungo periodo da presidente di Banca Adria credito cooperativo.

E’ stato difficile?


“Alle volte eventi inattesi o imprevedibili ti portano a fare delle scelte che inevitabilmente incidono anche nella vita privata. Lasciare la presidenza della banca non è stato facile e ritengo abbia comportato una certa dose di coraggio; il coraggio di voltare pagina senza gettare via il passato, il coraggio di cambiare, di rinnovarsi, di agire senza paura del futuro.
Rimanere protetti in un guscio non è la soluzione, uscire dalla propria zona di confort alle volte è necessario e quindi ben ritrovata Confcommercio, l’associazione da cui sono uscito nel 2000 per dedicarmi al mondo bancario”.

Come ha ritrovato Confocommercio Rovigo?

“L’associazione si presenta oggi come una entità sicuramente rinnovata, preparata per ascoltare e dare risposte alle esigenze delle imprese e delle persone in termini di servizi, anche nuovi, sempre attuali e qualificati.
In Confcommercio Rovigo si dà valore alla relazione umana, indispensabile, tra l’altro, per garantirsi la capacità di modificare il proprio modello organizzativo in maniera veloce, perchè cambiano continuamente i mercati, i bisogni dei consumatori e delle aziende, i desideri, le aspettative e, ce ne siamo accorti negli ultimi due anni, il quadro normativo di riferimento”.

Che ruolo compete ad una associazione di categoria come Confcommercio?

“Oggi ogni associazione rappresenta un po’ tutti. Abbiamo artigiani iscritti in Confcommercio così come le associazioni artigiane hanno commercianti al dettaglio tra i loro soci.
Confcommercio Rovigo non deve però dimenticare chi è e da dove viene, soprattutto oggi con oltre 15 categorie di settore, con i rispettivi sindacati di categoria, riuniti all’interno di una unica associazione.
Nessuna formula magica per Confcommercio, quanto piuttosto la valorizzazione e la fedele applicazione della sua identità, ovvero il commercio. Per poter vendere e continuare a farlo servono capacità di ascolto, di relazione, serve rispetto per i fornitori, i clienti, servono regole chiare, bisogna essere in grado di soddisfare le aspettative”.

Come si governa una associazione?

“In passato l’organizzazione del lavoro imponeva che solo i vertici (i capi) avevano la possibilità di pensare e confrontarsi tra di loro per fare strategie a porte chiuse, mentre tutti gli altri dovevano “semplicemente” ubbidire.
Oggi per governare bisogna essere coscienti che viviamo nell’era della conoscenza, che è valore e patrimonio individuale che deve essere condiviso all’interno del gruppo di lavoro.
Condividere la conoscenza rimettendo al centro dell’organizzazione la persona è la principale leva per la creazione di valore, ma anche una risposta alla competitività insita in qualsiasi organizzazione”.

Quali sfide vede all’orizzonte?

“E’ una necessità non più rimandabile, bisogna prendere coscienza che la transizione energetica e la sostenibilità ambientale devono e dovranno essere delle priorità per tutto il mondo produttivo e per tutti i consumatori.
Abbiamo visto cambiare il mondo per due anni per un virus, questa transizione modificherà i nostri comportamenti e le nostre esigenze, dobbiamo rendercene conto in fretta, cercare di governare il cambiamento piuttosto che subirlo, essere preparati per cavalcare l’onda e non venire sommersi da una montagna d’acqua”.


Per informazioni ed assistenza vi ricordiamo che i nostri uffici sono e rimangono a vostra disposizione.

Info e Assistenza

Confcommercio Imprese per l’Italia della Provincia di Rovigo

Viale del Lavoro 4 – 45100 Rovigo (RO)

tel.: 0425/403511 – 0425/403508

mail: info@confcommerciorovigo.it – segreteria@confcommerciorovigo.it

(Confcommercio Rovigo)

Please follow and like us