Contenimento dei consumi di acqua potabile

Considerata la situazione di crisi idrica, aggravata dal prolungarsi dell’assenza di precipitazioni atmosferiche di notevole quantità e durata, è stata emanata un’Ordinanza sindacale che regolamenta il consumo di acqua potabile e che fornisce alcune utili raccomandazioni per un utilizzo consapevole di questa preziosa risorsa.

L’ordinanza stabilisce, fino al 31 agosto 2022: 

  • di non utilizzare l’acqua potabile erogata dalla rete dell’acquedotto per:
    • il lavaggio di piazzali e vialetti, salvo documentata ed evidente situazione inerente l’igiene pubblica;
    • il lavaggio di veicoli (con esclusione degli autolavaggi);
    • gli emungimenti per scopi voluttuari (fontane ornamentali, vasche da giardino, zampilli, etc.) nel caso non siano dotati di dispositivi per il riciclo artificiale dell’acqua;
       
  • dalle 6:00 alle 24:00, di non utilizzare l’acqua potabile erogata dalla rete dell’acquedotto per l’innaffiamento di prati, giardini pubblici e privati, con qualsiasi mezzo o apparecchiatura (ad esclusione di quelli goccia a goccia), fatto salvo non venga dimostrato, agli organi di vigilanza, che si utilizzano sistemi di recupero dell’acqua piovana;
     
  • di consentire dalle 24:00 alle 8:00 l’irrigazione degli orti pubblici e privati, esclusivamente sulle coltivazioni a scopo alimentare.

 

Raccomandazioni

E’ raccomandato utilizzare l’acqua in modo estremamente parsimonioso, sostenibile ed efficace, limitandone il consumo al minimo indispensabile anche al fine di evitare inutili sprechi. In particolare:

  • controllare il corretto funzionamento dei propri impianti idrici ed irrigui, anche attraverso il proprio contatore con i rubinetti chiusi e gli elettrodomestici spenti, al fine di individuare eventuali perdite occulte;
  • usare dispositivi per il risparmio idrico quali i frangigetto per i rubinetti e lo scarico differenziato;
  • attrezzare i sistemi irrigui del verde con irrigazione a goccia e con sistemi temporizzati e sensori di umidità;
  • usare lavatrici e lavastoviglie sempre a pieno carico, dosando correttamente il detersivo;
  • preferire per l’igiene personale l’uso della doccia, in alternativa al bagno e chiudere il rubinetto durante lo shampoo;
  • non fare scorrere in modo continuo l’acqua ad esempio durante il lavaggio dei denti o la rasatura della barba;
  • riutilizzare l’acqua di lavaggio della frutta e della verdura per innaffiare le piante;
  • non sprecare l’acqua potabile per giochi d’acqua (ad es. riempimento di palloncini a scopo di divertimento, etc.).

Il provvedimento è consultabile nella sezione “Documenti” di questa pagina.

Per informazioni

Settore Ambiente e Territorio – Comune di Padova
Palazzo Sarpi, via Frà Paolo Sarpi, 2 – 35138 Padova
telefono 049 8204821
email ambiente@comune.padova.it

(Comune di Padova)

Please follow and like us