Recupero farmaci validi non scaduti

Se avete in casa dei farmaci non scaduti e che non vi servono, non buttateli ma portateli in farmacia. Così facendo partecipate attivamente alla campagna contro lo spreco farmaceutico “Recupero farmaci validi non scaduti”, e date un importante aiuto a chi, purtroppo, non ha la possibilità economica di acquistare medicine e curarsi.

Un’iniziativa di solidarietà dal triplice valore, di volontariato, di risparmio economico e ambientale per aiutare chi è più in difficoltà. Il tutto è testimoniato dai numeri perché ad oggi sono 74.000 le confezioni salvate e utilizzate, per un valore totale di 1.131.000 euro.

Ogni anno, nelle nostre case, sono sprecate tonnellate di farmaci ancora validi. I particolari processi necessari per smaltirli (sono rifiuti speciali) provocano danni per tutta la comunità, sia in termini ambientali, sia economici. Si tratta, invece, di una risorsa che può rappresentare un bene prezioso per chi non accede alle cure per ragioni economiche.

Come donare i farmaci.

Per aderire è sufficiente recarsi in una delle 24 farmacie convenzionate di Verona e provincia (elenco completo sul sito del Banco Farmaceutico) riconoscibili dalla vetrofania “Recupero farmaci validi non scaduti” e consegnare i farmaci. Successivamente saranno controllati e identificati con un’etichetta/timbro riportante la dicitura “Farmaco donato. Vietata la vendita”, ed inseriti nell’apposito contenitore. Gli enti assistenziali abbinati alle farmacie effettueranno nell’arco di pochi giorni, e alla presenza del farmacista, il ritiro dei medicinali che verranno poi utilizzati da pazienti in stato di bisogno sanitario. Tutte le procedure vengono tracciate in modo dettagliato grazie ad un software gestionale fornito dalla Fondazione Banco Farmaceutico onlus.

Cosa donare
Possono essere recuperati farmaci non scaduti, con almeno 8 mesi di validità, correttamente conservati nella loro confezione primaria e secondaria originale integra.

Cosa non donare
Sono esclusi i farmaci che appartengono alle tabelle delle sostanze stupefacenti e psicotrope, farmaci da conservare in frigorifero e farmaci ospedalieri.


Vedi la conferenza stampa di presentazione dell’iniziativa; interviene l’assessora La Paglia:


Il progetto, patrocinato dall’Ordine dei Farmacisti di Verona, è sostenuto dal Comune di Verona, dall’operatività dell’Associazione Farmacisti volontari in Protezione Civile di Verona e monitorato da Federfarma Verona per aumentare il raggio d’azione visto che ci sono numerose farmacie attualmente in lista di attesa. Coinvolge inoltre l’Azienda Ulss 9 Scaligera, A.G.E.C., Farmacie Unite, Fondazione Banco Farmaceutico onlus, Amia, CESAIM Centro Salute per immigrati e UMMI Unione Medico Missionaria Italiana.

Informazioni e contatti

Sito ufficiale Banco Farmaceutico 

Come

Recandosi in una delle 24 farmacie convenzionate di Verona e provincia: elenco completo sul sito del Banco Farmaceutico

(Comune di Verona)

Please follow and like us